Politica

Lamorgese: “Abbiamo preso una nave dove far fare la quarantena ai migranti”

“Abbiamo preso una nave dove far fare la quarantena ai migranti. Ora abbiamo fatto una gara, che una prima volta è andata deserta, e l’abbiamo rifatta con procedura accelerata: nel giro di due giorni dovremmo vedere se c’è qualcuno, penseremmo di sì perché ci è arrivata notizia che c’è qualche società interessata”. Tutto ciò “per non gravare sulle comunità”. Lo ha detto la ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, rispondendo a una domanda dei cronisti sull’arrivo di migranti e sul contenimento della diffusione del coronavirus in Calabria a margine di un incontro a Trieste. “L’obiettivo – ha sottolineato – è non gravare sulle comunità. Nel caso della Calabria, ho sentito ieri sera la presidente Santelli, quindi cerchiamo di lavorare insieme su questo fronte. Il protocollo anti covid – ha precisato Lamorgese – lo stiamo applicando da quando ancora non se ne parlava in Italia”, dall’inizio di febbraio: “quando arrivavano i migranti li portavamo in strutture chiuse dove poi facevano la quarantena per 14 giorni”. “Oggi – ha aggiunto – dopo febbraio-marzo, abbiamo visto tutti quello che l’Italia ha avuto, il momento di difficoltà, di chiusura totale. Siamo stati a casa, gli italiani sono stati bravissimi in questo. E allora a questo punto anche noi ci siamo resi conto che nel momento in cui” i migranti arrivavano “era necessario dare una garanzia anche alle comunità”. (ANSA)