Cultura & Spettacolo

“Ladies Sing the words”, rassegna live dedicata alla voce femminile: dal 9 marzo al Circolo Arci “Le CentoCittà”

Prende il via sabato 9 marzo al Circolo Arci Le CentCittà la rassegna live dedicata alla voce femminile “Ladies Sing the words”, con la direzione artistica di Paolo Cerrelli. Cinque concerti che attraverseranno il mondo della musica a 360° dal jazz al pop, repertori storici cantati da importanti voci del panorama nazionale.

Di seguito il programma completo:

9 marzo h.22.00
A voce bassa duo

Erica Gagliardi – voce
Daniele Nicoletti – basso elettrico.

Un un viaggio sonoro fatto di colori essenziali, ma ricchi di mille sfumature.
Un sodalizio musicale di una formazione ridotta ai minimi termini… la musica si spoglierà davanti a voi.

30 marzo h.22.00
Black words

Elisa Brown – voce
Paolo Chiaia – pianoforte

Black words è una piccola storia della musica afroamericana, raccontata attraverso alcuni dei brani più rappresentativi della musica Black.
Un repertorio che inizia dalle worksongs, per incontrare i primi spiritual, il blues, il jazz, lo swing e il soul contemporaneo.
La storia in note di una musica che ha cambiato il mondo.

6 aprile h.22.00
Dalla musica di colore ai colori della musica

Simona Calipari – voce
Gianni Ciampà – chitarra
Luciano Cefalà – basso

In repertorio una fioritura di generi, stili, colori, periodi, luoghi. Dalla musica afro, che per eccellenza è il genere più rappresentativo di quel concetto di “riscatto e di libertà” e che contamina tutti i generi moderni, alla musica brasiliana, argentina, pop e partenopea.
Una voce piena e passionale si accompagna alle note di musicisti d’eccezione nella costruzione di una calda e accattivante atmosfera sonora

12 aprile h.22.00
Natural Women

Floriana Mungari – voce
Giorgio Barozzi – tastiere
Davide Calabretta – batteria

I tre musicisti tornano a divertirsi insieme offrendo un tributo alle più grandi voci femminili del soul, del blues e della musica latina.

11 maggio h.22.00
Trio Strania

Tiziana Ghezzi – voce
Checco Pallone – percussioni e chitarre
Carlo Cimino – basso

Il concerto prevede un viaggio attraverso la musica proveniente da più parti del mondo, la cui essenza sono le atmosfere e le venature afro-jazz, interplay ed improvvisazioni, ensemble ed assoli, ballate e composizioni d’autore con testi in dialetto calabrese, figlie, queste ultime, di un percorso artistico senza paletti, che non ha barriere di genere, forme musicali, ma sconfina e coinvolge linguaggi diversi che trovano la giusta collocazione in un’anima musicale unica e anarchica.

Articoli correlati