Politica

La vertenza Eni approda in Consiglio

Dopo il botta e risposta tra Vallone e i vertici dell’Eni la vertenza arriva in Consiglio Comunale. A farne richiesta lo stesso primo cittadino. pertanto, previa conferenza dei Capigruppo,  il consiglio comunale tratterà la delicata questione, in sessione straordinaria urgente a seduta pubblica, mercoledì 14 ottobre 2015 alle ore 16.30 nella Sala Consiliare e, ove occorra, in 2^ convocazione giovedì 15/10/2015, alla stessa ora, stessa sede. Come si ricorderà nei giorni scorsi Vallone informò la cittadinanza, attraverso una conferenza stampa, che aveva avuto notizia dai vertici di Jonica Gas che non si sarebbe chiuso nessun accordo fino al giugno del 2016 per motivi legati al budget aziendale. Vallone, da parte sua  ritenne che tale affermazione fosse  lesiva dei diritti della città e degli stessi cittadini e nel farlo presente ai rappresentanti della società sottolineò che non vi erano più i presupposti per un dialogo nei termini fino a quel momento assunti. Alle affermazioni del primo cittadino fece subito eco un comunicato dell’Eni nel quale emergeva che la società aveva ribadito la propria disponibilità a verificare nei prossimi mesi la possibilità di stipulare una nuova convenzione triennale, coerentemente alle nuove attività industriali in loco che saranno programmate. Con riferimento alla convenzione relativa al triennio 2012-2014, scaduta e mai consolidata, Eni precisa di avere inviato formalmente al Comune di Crotone in data 21/11/2013 propria nota (prot. n. 714) contenente una proposta di convenzione, lungamente discussa in tavoli tecnici preliminari, sulla quale il consiglio comunale di Crotone non ha mai deliberato. A questi fatti sono seguiti numerosi interventi da parte di esponenti politici locali, non ultima la decisione dell’associazione Crotone Libera e del consigliere comunale Fabrizio Meo di presentare un esposto/denuncia nei confronti del sindaco Vallone e dell’Eni