Attualità

La Polizia di Stato invita ad un uso responsabile dei “Botti” di Capodanno

Uso responsabile dei botti “Botti” di Capodanno: i consigli della Polizia di Stato
Nella notte di Capodanno ammirare i giochi di luci e di colori dei fuochi artificiali deve essere un divertimento senza correre rischi
L’utilizzo di articoli pirotecnici per festeggiare l’arrivo del nuovo anno lascia sempre una scia di feriti e, a volte, di vittime, a causa dell’irresponsabile utilizzo di “botti”, spari e petardi.
Quando si utilizzano artifici pirotecnici, non bisogna mai dimenticare le regole imposte dalla legge e quelle suggerite dall’esperienza e dal buon senso.
Gli esperti del Nucleo Artificieri della Polizia di Stato, specializzato nella lotta alla diffusione di materiale pirotecnico pericoloso e illegale, consigliano prima di tutto di prestare particolare attenzione ai “botti” e cioè a quei fuochi artificiali che hanno l’effetto scoppio.
In occasione dei festeggiamenti del Capodanno un uso responsabile dei fuochi d’artificio
è’ l’invito rivolto a tutti i cittadini per preservare l’incolumità di persone e animali, scongiurare incendi e danni alle cose, evitando botti pericolosi e rumorosi e preferendo giochi di luce e similari, il tutto lontano da luoghi di aggregazione o comunque affollati, da strutture sanitarie, chiese, scuole, monumenti, avendo cura di tenere a debita distanza bambini e persone più deboli.
Anche il Questore di Catanzaro, d.ssa Amalia Di Ruocco, esorta i cittadini a un uso consapevole dei fuochi d’artificio e, l’adozione delle cautele ed accorgimenti necessari a prevenire rischi per la propria e l’altrui incolumità.
Usare i fuochi artificiali in modo corretto: alcune precauzioni
Si ricorda che tutti i prodotti pirotecnici, non possono comunque essere acquistati, ne utilizzati dai minori di 14 anni.
Sul sito ufficiale della Polizia di Stato (www.poliziadistato.it) sono elencati una serie di indicazioni, consigli, e precauzioni per utilizzare i fuochi artificiali nel migliore dei modi e
soprattutto per capire quali sono i giochi pirotecnici ammessi, come si devono vendere e chi li può comprare.
E’ bene prestare la massima attenzione ai ” botti “, ossia a quei fuochi artificiali che hanno l’effetto scoppio.
Devono essere assolutamente evitati quelli illeciti o privi di etichetta perché particolarmente pericolosi in quanto contengono potenti miscele esplodenti che possono produrre gravi danni fisici a chi li utilizza. È importante comprare solo prodotti ammessi e in negozi forniti di licenza.
Leggere attentamente le istruzioni riportate sul prodotto che devono sempre essere chiare.
Con riguardo ai fuochi artificiali di libera vendita ed i giocattoli pirici, anche questi devono essere utilizzati in modo corretto: bisogna seguire attentamente le istruzioni, usarli all’aperto e lontano da materiale infiammabile.
Accorgimenti e precauzioni sono rivolti ai più piccoli: “lasciare che sia sempre un adulto ad accendere i fuochi e, se non si accendono subito non ritentare. Meglio buttarli via”.
Altra raccomandazione è di fare sempre molta attenzione ai fuochi inesplosi, in strada oppure a casa non toccarli e soprattutto non raccoglierli mai.
I prodotti autorizzati, inoltre, devono sempre avere un’etichetta con gli estremi del provvedimento del Ministero dell’Interno che ne autorizza le vendita.
• I prodotti privi di un’etichetta regolamentare non sono in regola e sono da considerarsi “fuochi proibiti”, non essendo garantita né la loro provenienza né le caratteristiche costruttive e di funzionamento. Si raccomanda di porre la massima attenzione nell’uso di prodotti con effetto scoppiante ed ai razzi o proietti di qualsiasi specie.
È dall’uso di questa tipologia di oggetti che, statisticamente, sono derivati gli incidenti di maggiore gravità.
In particolare è severamente vietata qualsiasi manipolazione dei prodotti (svuotamento e ricarica, unire più pezzi insieme, innesco di sostanze infiammabili, ecc.), anche perché integra il reato di illecita fabbricazione di prodotti esplodenti.