Cronaca

La Guardia di Finanza di Crotone sequestra oltre 1500 litri di gasolio in contrabbando, denunciate tre persone

I finanzieri del Comando provinciale di Crotone, nell’ambito del dispositivo permanente di contrasto ai traffici illeciti, disposto dal comando generale del corpo, hanno sottoposto a sequestro un ingente quantitativo di gasolio agricolo nell’ambito di un controllo effettuato in Cutro.

In particolare, le Fiamme Gialle della componente specialistica antiterrorismo – pronto impiego, durante il quotidiano controllo economico del territorio, hanno effettuato degli accertamenti su un autocisterna carica di gasolio agricolo in relazione al peculiare servizio che la Guardia di Finanza svolge a tutela delle vigenti disposizioni in materia di circolazione dei prodotti sottoposti ad accisa.

Grazie all’efficiente sistema informatico, denominato “Grifo”, ideato dal Comando generale del Corpo, che consente ai militari operanti su strada, di consultare le potenti banche dati in uso alla guardia di finanza, attraverso speciali tablets, i baschi verdi hanno potuto constatare, nell’immediatezza, che il mezzo di trasporto circolava sprovvisto della documentazione di accompagnamento del carburante prevista dalla legge.

Sono pertanto scattati i necessari approfondimenti investigativi che, attraverso la pesatura del mezzo di trasporto, hanno consentito di appurare la falsità delle dichiarazioni rilasciate dal soggetto controllato in merito alla mancanza della documentazione richiesta.

In conseguenza delle gravi violazioni riscontrate i finanzieri hanno proceduto al deferimento alla Procura della Repubblica di Crotone tre soggetti, vale a dire il conducente del mezzo, il titolare dell’attivita’ commerciale demandata al trasporto del prodotto, nonché, il rappresentante legale della società di spedizione dello stesso , in relazione al reato di sottrazione al pagamento dell’accisa del prodotto trasportato e al sequestro di oltre 1.500 litri di carburante trasportati in contrabbando.

Prosegue incessante il contrasto della Guardia di Finanza ai traffici illeciti nello specifico settore che mira da un lato a garantire il corretto assolvimento degli obblighi impositivi in favore delle casse erariali dall’altro a tutelare i consumatori.