Cultura & Spettacolo

KATÁBASIS: il nuovo preziosissimo lavoro di Giovanni Maria Arone

Presentare un’opera letteraria, sia essa un saggio, un romanzo, un libro di poesie o “classica” narrativa non è mai un compito semplice, né tanto meno oggettivo, perché per quanto un lettore si sforzi di esserlo, cadrà sempre nell’opinione personale, nel proprio modo di vedere le cose, di capirle, di viverle. Ed è con la più assoluta soggettività che oggi vi presento la prima opera letteraria di Giovanni Maria Arone, esponente di spicco del Pitagorismo moderno, apprezzatissimo scultore crotonese e da oggi anche scrittore.
Entrare nel libro di Giovanni è come immergersi nel suo personalissimo viaggio verso la ricerca estrema dell’anima, della verità, riassumendo in queste due azioni un’unica spasmodica ricerca dell’amore. Un romanzo che è la porta di un lungo viaggio, sia personale dell’autore, sia per il lettore che dovrà lasciarsi guidare attraverso una poesia sognante e disincantata, nei meandri della quale si potrà navigare nel mare filosofico delle grandi dualità che accompagnano la nostra vita: «Allora la realtà è l’eterna altalena dei contrari che la mia anima subirà fino alla morte? Come il giorno e la notte, il caldo e il freddo, l’amore e l’odio, la vita e la morte, sarò per sempre conteso in questo andirivieni»?
L’autore di questo splendido romanzo gioca con il lettore come un giocoliere circense… «…mi divertivo ad accendere una torcia agitandola davanti ai suoi occhi, in movimenti ordinatamente sconnessi e lei, dietro la piccola fiamma in stato di trance… …mi veniva dietro in balia del richiamo»
Leggere ed entrare nel mondo fuori dal comune che questo romanzo apre, significa entrare in simbiosi con tutti personaggi di cui l’autore si circonda. Una ricerca continua del significato stesso della vita, che lo porterà a scendere nell’Ade a cercare la sua anima perduta, per poi percorrere quel cammino purificatore verso la terra di Pitagora in solitudine ma in completa armonia con l’universo intero. Un cammino purificatore che trasformerà l’uomo in bestia, in lupo famelico, per poi farlo riemergere dinnanzi alla luce di Dio, trascendendo ogni dualità.
Sentimenti, emozioni, paure, certezze, domande, dubbi, sogni, realtà, un percorso di sensi così vasto da permettere ad ogni lettore di individuare il proprio modo di leggere ed interpretare il libro. Un libro che si può leggere a partire dall’ultimo capitolo, oppure nel più tradizionale dei modi partendo dal primo, o come ancora ci indica l’autore, seguendo il “suo” ordine spazio temporale assolutamente diverso dalla numerazione propria dei capitoli. «Sono quel ricercatore del comune carbonio spirituale di ogni anima vivente. Colui che ricerca quell’agente arcano che in ogni cosa si trova innato e che, chi lo porta, non sa di contenerlo. …Il segreto di ogni cosa animata, vivente, carbonio sacro e spirituale: l’amore»
Un libro da leggere e rileggere, da assimilare e ripercorrere, per lasciarsi cullare dalle onde della filosofia e dal richiamo di messaggi nuovi «Cerco orecchie nuove che siano curiose di percepire nuovi messaggi», per abbandonarsi alla poesia di certe frasi, di certi concetti, di sensazioni arcane e moderne, metafore, richiami all’antichità, simbolismi, vibrazioni che si possono percepire anche solo accarezzandone le pagine. In questo romanzo c’è una vita di studi, di convinzioni, anni di approfondimenti, centinaia di volumi studiati e interiorizzati dall’autore che ce ne fa dono in un concentrato di poesia!
La presentazione del libro avrà luogo presso il museo di Pitagora nelle prossime settimane, cercheremo di informarvi sulla data e l’orario non appena ne saremo a conoscenza. Chi volesse acquistare il romanzo, oltre che poterlo fare durante il giorno della presentazione ufficiale, può recarsi presso la Libreria Cerrelli dove sono disponibili, ancora per ora, diverse copie, oppure può tranquillamente ordinarlo da casa al link di seguito riportato:

http://kairospubblicazioni.blogspot.it/

Fabrizio Carbone