Cronaca

Isola Capo Rizzuto (KR), sfruttamento della prostituzione: arrestato il rumeno che sfuggì alla cattura ad agosto

I carabinieri della Tenenza di Isola Capo Rizzuto, unitamente a personale della Polaria di Ciampino e con il coordinamento del Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia, hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare nei confronti del 41enne, Galion Florin, cittadino rumeno, che tre mesi fa sfuggì alla cattura e che ieri è stato estradato in Italia.

Nei giorni scorsi grazie al lavoro degli uomini della Tenenza Carabinieri Galin era stato individuato in Romania e tratto in arresto dalla Polizia Romena.
L’arrestato nella serata di ieri è stato poi condotto presso la casa circondariale di Roma Rebibbia dove rimarrà a disposizione della magistratura inquirente.

L’8 agosto scorso proprio i carabinieri della Tenenza di Isola di Capo Rizzuto avevano eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. di Crotone, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di 7 indagati, ritenuti responsabili di associazione per delinquere (art. 416 c.p.) e reclutamento di donne ai fini di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione (art. 3 n°4, 5, 6, 7 e 8 – art. 4 Legge n°75 del 20.02.1958) nonché, per uno di essi, anche violenza sessuale (art. 609 bis c.p.), lesioni personali aggravate (artt.582-585 c.p.) e minaccia aggravata (artt. 339-612 c.p.). Nell’occasione erano stati catturati Dragoi Sebi Costel cl. 1996, Dragoi Aurel Petrica cl. 1994, Vallone Vito cl. 1971, Cristofalo Giovanni cl. 1937, Verterame Francesco Carmine cl. 1956 e Galion Alexandra cl. 2000, mentre GALION Florin sfuggì alla cattura, trovandosi in Romania.