Cronaca

Isola Capo Rizzuto (KR): scoperti due pitoni e sette tartarughe in una abitazione privata

I carabinieri hanno scoperto durante un controllo eseguito nei giorni scorsi a Isola Capo Rizzuto due pitoni e sette tartarughe detenuti illegalmente. Gli animali, tutti protetti dalla Convenzione di Washington, conosciuta anche con l’acronimo CITES, sono stati posti sotto sequestro. Il detentore è stato deferito alla Procura della Repubblica di Crotone.

Nel corso di un controllo eseguito in una abitazione privata e nelle sue immediate adiacenze nella località Cannelle del comune di Isola Capo Rizzuto i militari dell’Arma hanno scoperto un piccolo rettilario detenuto da un cittadino isolitano. Nel corso dell’accertamento è emerso che alcuni animali erano privi delle certificazioni dovute per legge configurando, quindi, violazioni di natura penale. Sono stati individuati un pitone moluro, un pitone albino e sette tartarughe di terra (Testudo hermanni) tutte specie particolarmente protette dalla Convenzione di Washington (1973).
Il detentore non ha fornito documentazioni attestanti la provenienza lecita degli esemplari ed è stato così deferito all’Autorità giudiziaria.
La Convenzione di Washington sul Commercio internazionale delle specie di fauna e flora minacciate di estinzione, più comunemente conosciuta come CITES, è un accordo internazionale tra Stati che ha lo scopo di proteggere piante ed animali a rischio di estinzione, regolando e monitorando il loro commercio, ovvero esportazione, riesportazione e importazione di animali vivi e morti, di piante, nonché di parti e derivati.
L’attività di controllo è stata eseguita dai militari della stazione CC Forestale Crotone congiuntamente con il Nucleo CC CITES Reggio Calabria, con il supporto dei militari della Tenenza CC di Isola Capo Rizzuto, mettendo a fattor comune le competenze specifiche di ogni unità, espressione dell’Arma dei Carabinieri.