Attualità

Investimenti e progetti per aeroporti del Sud

Dal 2000 ad oggi sono stati effettuati 1,5 miliardi di euro di investimenti negli aeroporti del Sud. Lo afferma l’Enac riferendo della riunione con i vertici delle società di gestione degli aeroporti delle regioni Abruzzo, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia e Sardegna per fare il punto sugli investimenti e sullo sviluppo infrastrutturale del trasporto aereo del Mezzogiorno. Sulle criticità emerse verrà istituito un tavolo ad hoc per trovare soluzioni e favorirne il superamento.Numerosi investimenti nel settore aeroportuale sono stati realizzati nel corso degli ultimi anni dapprima attraverso fondi pubblici e comunitari, soprattutto negli anni 2000-2010, e nel più recente passato, invece, con fondi a carico delle società affidatarie della gestione degli scali”, spiega l’Enac, nella nota, precisando che dal 2000 ad oggi sono stati effettuati 1.507.466.380 euro di investimenti, “con alcuni scostamenti rispetto a quanto programmato che sono in parte giustificati dai ritardi nell’approvazione dei contratti di programma e in parte ricadono, invece, su criticità di alcune singole società di gestione”. Sulle criticità emerse, appunto, “verranno condotti ulteriori accertamenti attraverso un tavolo istituito ad hoc per trovare soluzioni e favorire il superamento delle criticità stesse”, precisa l’Ente. In particolare, circa 1 miliardo è derivato da finanziamenti pubblici 2000/2015, 219 milioni sono stati totalmente autofinanziati dal gestore e riferiti a contratti di programma, e 250 milioni sono l’importo introitato e reinvestito nel periodo di vigenza del regime concessorio. L’investimento maggiore è stato fatto in Puglia (410 milioni), seguita da Sicilia (243 milioni) e Sardegna (197 mln). La riunione è stata convocata dal presidente dell’Enac Vito Riggio e dal direttore generale Alessio Quaranta per fare il punto sugli investimenti e sui progetti per i collegamenti intermodali. L’Ente assicura che “svolgerà con estremo rigore questa sua funzione di vigilanza sul rispetto degli investimenti a favore dello sviluppo del settore. In particolare le società di gestione – precisa la nota -, oltre alla presentazione dei piani di investimenti, dovranno indicare all’Enac anche le modalità e i fondi attraverso i quali realizzeranno gli impegni assunti”. Il presidente Riggio ha anche ringraziato la società Rfi, che ha partecipato alla riunione e che sta redigendo, su indicazione del Ministro dei trasporti Delrio, un documento integrato che aggiunga agli investimenti aeroportuali quelli per lo sviluppo della rete ferroviaria e dell’alta velocità. Nel corso della riunione l’Enac ha presentato un documento sullo stato degli investimenti effettuati negli scali del Mezzogiorno, che verrà reso disponibile sul portale dell’Enac nei prossimi giorni.