Cronaca

Inaugurata nel Palazzo di Giustizia di Crotone la sala della Camera Penale intitolata all’avvocato Giuseppe Scola

“Chiunque riesce a vedere la bellezza delle piccole cose non sarà mai infelice”. Così il presidente della Camera Penale di Crotone, Aldo Truncè nel corso dell’inaugurazione della stanza dedicata alle attività degli avvocati della Camera penale.

Situata al primo piano del Palazzo di Giustizia la sala è stata intitolata all’avvocato Giuseppe Scola, figura di rilievo dell’avvocatura crotonese nel cuore di tutti per la sua grande competenza e il garbo con cui svolgeva la sua attività.

Truncè si è detto “felice di condividere con tutti l’importante traguardo raggiunto dal Consiglio direttivo della Camera Penale con cui dall’avvio del mandato è riuscito a concretizzare molti degli obiettivi fissati.

Un grazie particolare Truncè lo ha diretto al Procuratore della Repubblica di Crotone, Giuseppe Capoccia che, come sottolineato dall’avvocato Aldo Truncé, “ha accolto e supportato l’idea del direttivo e si è attivato affinché ci fosse una sede per la Camera Penale di Crotone”.

Uno spazio, simbolo di aggregazione, così come sottolineato dai componenti della Camera Penale che hanno riconosciuto al presidente Aldo Truncè il grande lavoro svolto insieme, non ultimo l’essersi speso per la realizzazione della stanza, atteso da tempo seppur di piccole dimensioni.

Diversi gli interventi che si sono succeduti nel corso dell’evento.

La dottoressa Ines Bellesi ha evidenziato il clima di “grande collaborazione che si registra all’interno del Palazzo di Giustizia, un clima che consente di lavorare con grande entusiasmo rendendo il lavoro che si è chiamati a svolgere ancora più bello, soprattutto per chi come la lei giunge da fuori città”. Il dottor Pasquale Festa nel portare i saluti del Procuratore Capoccia ha auspicato un “buon utilizzo della sala, che si propone punto d’incontro tra vecchie e giovani generazioni”.

Del grande lavoro svolto dal direttivo della Camera penale ha parlato l’avvocato Francesca Pesce, mentre gli avvocati Salvatore Iannotta e Silvano Cavarretta hanno tracciato la figura dell’avvocato Giuseppe Scola.

Sono intervenuti, tra gli altri, gli avvocati: Francesco Laratta, Pino Napoli, Rita Procopi Caiazza, Lilli Arturi e il Presidente della camera Penale di Vibo Valentia avv. Giuseppe Mario Aloi.