ISTITUTO SANT’ANNA STRISCIA
METAL CARPENTERIA
METAL CARPENTERIA

Il Volpone: Malumori e primi abbandoni, la quarta commissione consiliare resta senza presidente

Pubblicato il 7 dicembre 2016 alle 13:18 - di Redazione

Era inevitabile!
Primi abbandoni nelle commissioni consiliari al Comune di Crotone.
Rispetto al passato dimezzate e con una molte di lavoro non indifferente.
Circola infatti nei corridoi del palazzo comunale la “voce” piuttosto insistente delle dimissioni del Prof. Franco Pesce da presidente della quarta Commissione Consiliare (Diritto allo studio – Pubblica Istruzione, Università, Cultura, Beni Culturali, Turismo, Sport ed Impiantistica Sportiva, Politiche Giovanili, Spettacolo, Teatro ed attività teatrali, Tempo libero), che vede Vice presidente Pisano Pagliaroli e segretario Alberto Laratta.
Una commissione che dovrebbe calendarizzare i suoi appuntamenti con maggiore frequenza ma che pare trovare non poche difficoltà.
La quarta commissione, ha  molteplici competenze e con la riduzione del numero delle commissioni, a differenza della passata amministrazione, pare, sempre secondo voci di corridoio, non riuscire a tenere il giusto ritmo e a valutare quanto viene fatto e quanto si dovrebbe fare in tema di: Diritto allo studio – Pubblica Istruzione, Università, Cultura, Beni Culturali, Turismo, Sport ed Impiantistica Sportiva, Politiche Giovanili, Spettacolo, Teatro ed attività teatrali, Tempo libero, tutti temi intorno ai quali risultano essere diverse le iniziative avviate e in itinere dell’amministrazione guidata dal sindaco Ugo Pugliese.
Dopo lo scandalo “Gettonopoli”,  più d’uno sostiene che si registrino non poche difficoltà a riunire le commissioni, segno di quell’inesperienza amministrativa di cui oggi tutti additano l’Amministrazione Pugliese.
Inesperienza che non appartiene sicuramente al consigliere comunale Mario Megna,presidente della Prima Commissione Consiliare (Trasparenza, Affari Istituzionali, Affari generali) che invece, sostengono le “solite voci di corridoio” riesce a calendarizzare e anche con una certa frequenza.

wesud è aperto alla condivisione di materiale e di idee, la responsabilità civile e penale di manoscritti e immagini ricevute è da imputare esclusivamente agli autori. La redazione, pertanto, non è da considerarsi necessariamente in linea con gli stessi.

Redazione