Attualità

Il Villaggio degli Elfi lascia il posto alla Befana




Cambio della guardia, al Villaggio degli Elfi, nella Vecchia Villa comunale di Cosenza. Finito il suo compito, l’Ufficio Postale di Babbo Natale lascia il posto alla Casa della Befana che accoglierà i bambini fino all’8 gennaio continuando a riservare molte sorprese.
I bambini che in questo periodo, assieme alle loro famiglie, continuano a frequentare il Villaggio degli Elfi si imbattono al loro arrivo in un magnifico colpo d’occhio: le luminarie a tema con, all’ingresso, un trenino che è già di per sè un ottimo biglietto da visita, offrendo, in bella evidenza, un tripudio di luci e colori, frutto della progettualità  dell’Architetto Rosa Morelli.
Il Villaggio degli Elfi, promosso e coordinato dall’Assessore alla Comunicazione, turismo, marketing territoriale e grandi eventi Rosaria Succurro che ne ha fatto un suo fiore all’occhiello,  è aperto tutti i giorni fino all’8 gennaio: la mattina dalle 10,30 alle 13,00 ed il pomeriggio dalle 15,30 alle 18,30. Farà eccezione il primo gennaio 2017 con la chiusura al mattino, ma il pomeriggio il Villaggio funzionerà regolarmente, continuando ad essere quel luogo incantato, dove colori e magia regaleranno ai più piccoli, ma anche ai loro genitori, momenti di particolare suggestione e coinvolgimento. Fino all’8 gennaio continueranno anche i laboratori creativi ed artistici (di riciclo, pasticceria, decoupage, digito-pittura, ecc.) e, nella sala cinema, le proiezioni dei film per bambini, prevalentemente di animazione. Nei prossimi giorni saranno in programma, tra le altre, le proiezioni (ripetute più volte) di “Sammy 2 la grande fuga”, “Il viaggio di Arlo”, “Turbo” e “Madagascar 3”.
Resta, inoltre attiva, la sala lettura. Ai più assidui frequentatori di quest’ultima saranno regalati dei libri. Un vero e proprio invito a visitare il Villaggio degli Elfi in questo scorcio di fine anno e nei primi giorni del nuovo anno è venuto dall’Assessore Rosaria Succurro.
“Il Villaggio, con le sue luminarie, la sua magia, i suoi colori – sottolinea Rosaria Succurro – rappresenta un luogo incantato nel quale ogni bambino della nostra città, con i suoi genitori, dovrebbe recarsi, almeno una volta. Un’esperienza fantastica che abbiamo voluto riproporre ed arricchire, convinti come siamo che una città a misura di bambino come Cosenza debba sicuramente potenziare le occasioni di svago, ma anche di riflessione dei suoi piccoli cittadini”.