Cronaca

Il mondo dell’arte è in lutto: si è spento a Mammola (RC) Nik Spatari fondatore del MuSaBa (Parco Museo Santa Barbara)

Nella tarda mattinata di oggi, 25 agosto 2020 si è spento Nik Spatari, Pittore, scultore, architetto e fondatore del MuSaBa (Parco Museo Santa Barbara). Artista di fama internazionale, Spatari, al secolo Nicodemo Spatari è morto nella sua Mammola dove questa sera si è tenuta un cerimoniale a porte chiuse presso il Musaba così come scrive nel darne la notizia il primo cittadino Stefano Raschellà sulla sua pagina Facebook. “Mammola – scrive il sindaco Raschellà – si stringe addolorata attorno alla grande personalità mammolese”.

Artista prolifico ed energico, Spatari si è formato nel mondo a contatto con i grandi nomi dell’arte e della cultura del Novecento, da Jean Cocteau a Picasso, da Max Ernst a Le Corbusier e Jean Paul Sartre. Gradualmente il suo ritorno in Italia lo spinge ad avvicinarsi nuovamente in Calabria, dapprima nel 1966 a Milano dove insieme ad Hiske Mass fonda la galleria d’arte Kiske, poi nel 1969 la realizzazione del suo sogno: il Museo – Laboratorio d’arte contemporanea a Mammola, sui resti di un monastero basiliano sul fiume Torbido. All’interno è ospitato il grande affresco tridimensionale del Sogno di Giacobbe.

Un vero e proprio genio artistico che nel 1969 Nik Spatari e Hiske Maas decidono di lavorare ad un progetto globale che contempli la produzione dell’arte nell’ambito di uno specifico contesto, con precisi punti di riferimento storici ed ambientali. A guidarli il desiderio di un ‘luogo integrale’, di una cultura incarnata nell’ambiente, di una creatività scritta sulla terra.

L’iniziativa di Musaba è largamente inspirata dal senso di ribellione contro l’ambiente dominato dall’incultura e dall’arretratezza, ostile alle innovazioni. qui la spinta a promuovere attività artistiche assume un valore che va al di là del contesto culturale.