Attualità

Il ministro per il Sud, Giuseppe Provenzano, prenderà parte alla tavola rotonda “Attrattori di sviluppo per il Sud”  alla Camera di Commercio di Crotone

Il Ministro per il Sud e la Coesione territoriale, Giuseppe Provenzano, parteciperà all’evento “Attrattori di sviluppo per il Sud” che si terrà il prossimo 11 gennaio 2020, dalle ore 10:15, presso la sala Pitagora della Camera di Commercio di Crotone.

L’incontro sarà aperto dal saluto iniziale del Presidente della CCIAA di Crotone, Alfio Pugliese; del Prefetto di Crotone, Tiziana Tombesi; del Commissario prefettizio del Comune di Crotone, Tiziana Costantino e dell’Arcivescovo della Diocesi di Crotone- Santa Severina, Angelo Raffaele Panzetta.

La tavola rotonda, moderata dalla giornalista Giusy Regalino, vedrà il contributo prezioso del Segretario Generale Autorità portuale di Gioia Tauro e della Calabria, Saverio Spatafora, del  Presidente Consulta Marittima Ente camerale, Francesco Lagani, del Direttore di Confcommercio Calabria Centrale, Giovanni Ferrarelli, del Presidente di Confindustria Crotone, Mario Spanò, e del Presidente di ANCE Crotone, Giovanni Mazzei.

Le conclusioni saranno curate dal Ministro per il Sud e la Coesione territoriale, Giuseppe Provenzano. 

“Così come per un corpo sano è necessario che tutti i vasi sanguigni funzionino alla perfezione per garantire la sopravvivenza non solo degli organi centrali, ma di tutte le parti periferiche – afferma Alfio Pugliese, Presidente della Camera di Commercio di Crotone – allo stesso modo perché si possa avere uno sviluppo concreto e decisivo per il Sud Italia è necessario adeguare le infrastrutture esistenti a quelle che sono le esigenze della società moderna”

“Abbiamo bisogno del supporto del Governo centrale –continua Pugliese- per implementare tutti i servizi e le infrastrutture presenti sul territorio e, di conseguenza, generare una forte attrattiva turistica, economica e sociale che oggi manca”. 

“Ringraziamo il Ministro Provenzano, i rappresentanti delle istituzioni locali e le autorità che prenderanno parte alla tavola rotonda – conclude Pugliese – per il contributo che la loro partecipazione darà all’annosa problematica dello sviluppo del Sud”.