Politica

Il M5S si prepara a correre da solo alle prossime elezioni regionali in Calabria

Il Movimento 5 Stelle si prepara a correre da solo alle prossime elezioni regionali in Calabria, pur guardando con attenzione a liste civiche “non camuffate per riproporre i soliti marpioni della politica”. A delineare la posizione dei pentastellati in vista delle elezioni, che si terranno nel novembre prossimo, e’ l’europarlamentare Laura Ferrara che ha rilasciato una lunga intervista al “Quotidiano del Sud”. Ferrara, il cui nome ricorre spesso nelle cronache dei giornali locali come possibile candidata grillina a governatrice della Calabria, esclude l’ipotesi di una coalizione Lega-M5S per le regionali: “No, ad oggi non mi pare ci siano le condizioni, per il futuro non so. Registro, pero’, che quest’accordo non si e’ riproposto in nessuna delle regioni chiamate al voto: Abruzzo, Sardegna, Basilicata, Piemonte. Perchè dovremmo proporlo in Calabria?”.
Alla domanda se i pentastellati si sentano autosufficienti, Ferrara ha risposto: “Bisogna capire come arriviamo a queste regionali. Certo é capitato spesso di essere primo partito, ma vederci superati poi dalle coalizioni. Su questo bisogna ragionare alleandoci con liste puramente civiche pero’, non camuffate per riproporre i soliti marpioni della politica”.
Critica la posizione sull’alleato Matteo Salvini: “E’ molto bravo a comunicare il molto o il poco che fa”. E davanti all’insistenza del cronista se sia molto o poco, Laura Ferrara risponde: “A parte il Decreto Sicurezza non mi pare ci sia altroio Salvini l’ho avuto come collega in parlamento europeo e non e’ che si ammazzasse di lavoro. Penso sia bravo a fare politica, a comunicare non ad amministrare. Questo e’ un gioco che funziona nel breve periodo, ma alla lunga i cittadini se ne accorgeranno”. (AGI)