Cronaca

Il Gal Kroton al lavoro per incentivare lo sviluppo sociale, culturale ed economico del territorio

A seguito delle numerosissime richieste pervenute al Gal Kroton, da parte di Produttori olivicoli, Trasformatori  e Sindaci  di allargare l’Area Dop dell’olio di oliva Alto Crotonese,  è intenzione dell’ Ente proposto alla promozione di  reti tra i vari portatori d’interesse locali al fine di incentivare lo sviluppo sociale, culturale ed economico del territorio di  procedere già dalla prossima settimana  ad incontri programmati e pianificati in gruppi, in funzione di quanto previsto dal Decreto Covid19, con tutti i soggetti interessati, per verificare la possibilità di allargare i confini ad altri Comuni e Produttori. Il Gal Kroton ricorda che il territorio  amministrativo in cui è possibile etichettare olio a marchio Dop è rappresentato dai  seguenti  comuni:  Castelsilano  (in parte),  Cerenzia,  Pallagorio,  San  Nicola  dell’Alto,  Savelli  (in parte) e Verzino, sono esclusi i comuni  di  Caccuri,  Cotronei  e gli altri comuni dell’alto crotonese,  “questa – sostengono i componenti del Gal Kroton – che ci sembra diciamo una svista va risanata, visto anche il fatto che la Domanda è molto ma molto inferiore rispetto all’Offerta. Allora occorre trovare tutti insieme una soluzione ragionevole per dare la possibilità ad altri produttori e territori  di aderire alla Dop olio evo “Alto Crotonese”.