Cronaca

Heracles: Dopo la conferma delle condanne per tre degli indagati si sono aperte le porte del carcere

Nella giornata di ieri, personale della Squadra Mobile ha dato esecuzioni agli ordini di carcerazione emessi nelle date del 13 e 14 dicembre u.s., dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Catanzaro, a carico di:

– MEGNA Guerino, crotonese classe 1969, dovendo lo stesso espiare la pena residua detentiva di anni 6, mesi 4 e gg. 27 di reclusione, nonché la pena accessoria dell’interdizione legale durante la pena e l’interdizione perpetua dai pubblici uffici;

– FOSCHINI Luigi, crotonese classe 1951, dovendo lo stesso espiare la pena residua detentiva di anni 10, mesi 2 e gg. 5 di reclusione, nonché la pena accessoria dell’interdizione legale durante la pena e l’interdizione perpetua dai pubblici uffici;

– ELIA Domenico, crotonese classe 1976, dovendo lo stesso espiare la pena residua detentiva di anni 3 e mesi 10 di reclusione, nonché la pena accessoria dell’interdizione legale durante la pena e l’interdizione perpetua dai pubblici uffici.

Detti provvedimenti scaturiscono a seguito della pronuncia espressa in data 11.12.2018 dalla Corte di Cassazione, con la quale ha rigettato il ricorso promosso dagli stessi imputati, che ha tenuto conto delle attività investigative espletate, a suo tempo, da personale della Squadra Mobile con la collaborazione di quella di Catanzaro e del Servizio Centrale Operativo e che portò alla cattura dei capi ed esponenti di rilievo delle cosche dei cd. “Papaniciari” e VRENNA-CORIGLIANO-BONAVENTURA, egemoni sul territorio di Crotone, resisi responsabili a vario titolo dei reati di associazione a delinquere di stampo mafioso, detenzione illegale di arsenali di armi da fuoco, estorsioni e danneggiamenti nei confronti di imprenditori locali e traffico di sostanze stupefacenti del tipo eroina, cocaina, hascisc e marijuana.
(fonte Questura di Crotone)