Cronaca

Gli assistenti sociali della provincia di Crotone a confronto

Gli assistenti sociali della provincia di Crotone s’interrogano sui punti di debolezza e di forza della professione che annovera sull’intero territorio, duecentocinquantasette professionisti iscritti all’Ordine Regionale. Lo rende noto, attraverso una nota stampa Francesco Riganello. Scenario dell’assemblea è stata la sala didattica messa a disposizione dal Comando dei Vigili del Fuoco, quasi a suggellare lo spirito di servizio e il senso del bene comune, che accomuna i due seppur diversi ambiti professionali. Ai lavori avviati dalla Dottoressa Amalia Tallarico, Presidente dell’Ordine Regionale, hanno partecipato numerosi iscritti che hanno evidenziato gli aspetti caratterizzanti dell’agire professionale nei vari ambiti e servizi. Ovunque ci sia necessità di tutelare i diritti delle fasce più fragili li sarà presente l’Ordine, attraverso la presenza testimoniata dagli assistenti sociali. Nonostante la difficoltà legata a un numero inadeguato di professionisti all’interno dei servizi pubblici per la prolungata mancanza di concorsi, l’Ordine afferma il proprio compito di sensibilizzazione e di tutela della professione, attraverso incontri a vari livelli istituzionali, evidenziando la necessità di garantire la presenza della figura all’interno degli organici. Nessun tentennamento di fronte alle difficoltà che questi professionisti dell’aiuto, sanno fronteggiare con competenza. Affrontare le sfide e la complessità del territorio, sarà l’impegno degli assistenti sociali della Provincia, per assicurare sostegno all’inclusione sociale.