Attualità

Giancarlo Novelli nuovo procuratore aggiunto di Catanzaro: “Un onore collaborare con la Procura di Catanzaro, con il procuratore Gratteri”

“Per me è un onore collaborare con la Procura di Catanzaro, con il procuratore Gratteri, uno dei magistrati più stimati del Paese che ha fatto tanto, sia con l’attività investigativa che con l’attività di testimonianza civile. Il mio sarà un impegno di servizio perché ritengo che oggi collaborare alla direzione di un ufficio significa soprattutto mettere in condizione i colleghi di di lavorare nelle migliori condizioni possibili”. Con queste parole il nuovo procuratore aggiunto di Catanzaro, Giancarlo Novelli, si è presentato alla stampa nel giorno del suo giuramento. “Certamente – ha aggiunto – se verrà chiesto un consiglio, verrà dato, ma il mio obbiettivo primario è fare in modo che i colleghi, che sono tutti giovani, entusiasti, energici e volenterosi, abbiano tutte le condizioni per lavorare in serenità. In questo modo potranno dare una risposta di giustizia alla città e al circondario, come questi meritano. Una città, quella di Catanzaro, e il suo circondario, che sto imparando a conoscere, che possiede un patrimonio di storia e di bellezze naturali straordinario che va difeso”. Novelli, che prestava servizio come sostituto procuratore a Napoli, si è definito “un uomo del Sud. E in questo essere uomo del Sud – ha proseguito – c’è anche l’indignazione per gli sfregi che la criminalità organizzata e la criminalità non organizzata, l’indifferenza, l’avidità, procurano al nostro patrimonio di bellezza che in Calabria è veramente eccezionale”. Il compito di Novelli sarà quello di coordinare la Procura ordinaria, un settore che spesso si scontra con gli illeciti nella Pubblica amministrazione “ma anche con i reati ambientali – ha sottolineato – i reati edilizi, lo sfregio delle bellezze paesaggistiche, i beni culturali, i reati economici legati all’imprenditorialità. Sono tutti settori che vanno coltivati con la stessa attenzione. Senza dimenticare i reati di vicinato, che se trascurati possono, come ben sappiamo, ingenerare frustrazioni e sentimenti di acredine che possono sfociare in fenomeni più gravi. Poi c’è la materia delle fasce deboli che, come sapete è di enorme attualità, rispetto alla quale bisognerà trovare equilibri organizzativi importanti perché la legge è molto impegnativa, per certi versi addirittura impossibile da attuale, per cui dovremo trovare delle soluzioni adeguate”. Per quanto riguarda il tema “caldo” della Pubblica amministrazione, Novelli ha riconosciuto che la materia è “fluida” e che, come è già accaduto, “c’è un continuum investigativo” per cui la Procura ordinaria e la Dda si trovano a collaborare. Una materia, quella della Pa, che non riguarda solo gli appalti ma anche “il rapporto del cittadino con la Pubblica amministrazione, sul quale bisognerà prestare molta attenzione”. Il procuratore Nicola Gratteri, ha definito “un beneficio per la collettività” avere in organico il procuratore aggiunto Giancarlo Novelli. “Siamo molto contenti – ha detto – è un magistrato molto preparato, molto serio, grande lavoratore. È un ottimo acquisto per la Procura e sicuramente ne gioveranno le indagini e la collettività, più di tutti, ne trarrà beneficio”.