Sport

Formalizzata l’iscrizione alla Serie B per la Pallavolo Crotone, manca solo il campo da gioco: la società attende risposte da Akrea

Quasi ultimato il Tour di “C’è una maglia per te” promosso dall’ufficio comunicazione , delle sirene rossoblu della pallavolo femminile, guidato da Luca Scaccianoce, Benedetta Maone e Salvatore Rizzo che ha portato Giovanni Capocasale e in rappresentanza delle atlete Romina Pioli, a consegnare la maglietta ufficiale a tutte le aziende partners, che hanno sostenuto il progetto Pallavolo Crotone nella stagione 2019/2020 nel campionato di Serie B nazionale . E’ quanto rende noto l’ufficio stampa della società sportiva. La maggior parte delle aziende, – si legge in un comunicato – riconoscendo l’ottimo risultato finale agonistico e la grande penetrazione della comunicazione non solo sui social ma su tutto il territorio nazionale sportivo , ha inteso riconfermare l abbinamento della propria azienda al “ brand” della pallavolo femminile anche nella prossima stagione 2020/2021 in serie B Nazionale . Grazie all’entusiasmo e non solo di Giovanni Capocasale , deus ex machina della Pallavolo da un trentennio e che negli ultimi anni è riuscito a far avvicinare tanti altri dirigenti , alcuni dei quali stanno dando il loro prezioso contributo in settori nuovi come il marketing e la comunicazione ma anche nella stessa struttura societaria che si è ingrandita ed impreziosita di professionalità che hanno portato la società ad un livello eccellente in tutti i settori organizzativi .
Quindi oltre ad avere oggi un immagine positiva , addirittura trasformando il logo delle sirene in un “brand” attraverso un percorso intrapreso qualche stagione fa e che ora inizia a dare i suoi frutti.
Nei giorni scorsi è stata grande la gioia e la soddisfazione per la promozione del Crotone Calcio in serie A che ha rilanciato l’immagine della città di Crotone richiamando i fasti dell’antica Kroton dove 2500 anni fa c’erano oltre alle donne più belle ed alle menti più eccelse anche gli sportivi più forti del mondo . Ed è proprio da questo eco delle gesta del Crotone calcio fanno da controaltare la forza sportiva e tecnica delle sirene della pallavolo rossoblu.
Questo connubio ha permesso di coniare questa frase “ Sirene e Squali non temono rivali” che tanto successo sta avendo sui social .
“Il Team Manager Giovanni Capocasale – si legge nel comunicato – ha dichiarato grande soddisfazione per aver trovato ampia disponibilità in tanti imprenditori che vogliono sostenere il progetto Pallavolo Crotone tanto che nei prossimi giorni inizieremo a rendere pubblico i nomi delle atlete con le quali abbiamo avuto una serie di contatti .
Le prime ufficializzazioni saranno le
Conferme delle nostre talentuose sirene locali a seguire alcune atlete chiamate da fuori regione che andranno a completare la squadra e renderla competitiva per il nuovo e sconosciuto girone di serie B che comprende Calabria, Basilicata, Puglia e Campania. La società sta lavorando anche alla costruzione di una ottima squadra under 19 che proverà a candidarsi per la vittoria del titolo regionale e di conseguenza alle finali nazionale, sicuramente l’obiettivo non è facile da raggiungere ma la mano esperta di mister Piero Asteriti riuscirà a raggiungere entrambi gli obiettivi prefissati per questa stagione su entrambi i fronti.
Intanto – conclude Capocasale – nei giorni scorsi è stata formalizzata l’iscrizione alla Serie B lasciando “ VUOTA” la casella del campo di gara considerato il caos istituzionale per la nuova fase di gestione del Palakrò da parte del Comune e di Akrea. La Società deve comunicare il campo da gioco ufficiale che dovrebbe essere a Crotone . Se poi i gestori di AKREA decidono che dobbiamo andare a giocare a Ciro Marina o a Catanzaro ce lo facciano sapere subito . Anche se a dir il vero potremmo chiedere ospitalità e montare il campo da gioco nello stadio EZIO SCIDA con una copertura geodetica da montare per ogni partita ufficiale”.