Cronaca

Fatta luce sulla rapina alla farmacia di Rosarno

I Carabinieri della Tenenza di Rosarno (RC) hanno tratto in arresto, in esecuzione all’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere emessa dal Tribunale di Palmi -Nazareno Cucinotta, 37 anni, già noto alle forze dell’ordine poiché ritenuto responsabile di rapina aggravata in concorso per fatti commessi in Rosarno lo scorso 20.09.2015.

Le attività investigative dei Carabinieri di Rosarno, pienamente concordate dal competente ufficio di Procura di Palmi, scattarono all’indomani della rapina alla Farmacia Alessio sita nel centro di Rosarno,.

La farmacia già in passato era stata presa di mira, nel caso specifico già ventiquattro ore dopo la rapina era stato sottoposto a fermo Rocco Sposato 20, anche lui noto alle forze dell’ordine.

Quest’ultimo si era introdotto all’interno della farmacia e, minacciando con una forbice i tre farmacisti, rubava dal registratore di cassa 300 euro circa, tra  monete e banconote.

Le indagini hanno ricostruito come lo Sposato, all’epoca si avvalse della complicità del cognato, Nazareno Cucinotta, che quella sera lo accompagnò con la propria autovettura nei pressi dell’attività commerciale, lo fece scendere e poi si posizionò in maniera tale da assicurargli una immediata fuga.

Cucinotta Nazereno cl. 78 logo