Cronaca

Fabio Tomaino (UIL) su licenziamenti Carrefour Crotone: “In tempi brevi un sit-in sotto la sede del MISE”

L’assemblea dei lavoratori, tenutasi stamattina alle ore 11.00 presso il piazzale del Carrefour di Crotone, alla presenza delle OO.SS. (Fabio Tomaino – Salvatore Federico – Armando Labonia) e dei rappresentanti istituzionali nazionali Barbuto e Corrado vuole rappresentare, intanto, un’azione si sensibilizzazione affinché si solleciti, a livello ministeriale, la convocazione del tavolo al MISE. “Bisogna però farlo, – sostiene Fabio Tomaino segretario generale Uil Crotone -, non in vecchio stile, dove ancora giacciono richieste di convocazione del tutto inevase, ma magari con un’azione sinergica che non escluda un sit in di protesta proprio sotto la sede ministeriale qualora non giungano riscontri positivi dopo l’intervento delle parlamentari che stanno dimostrando sostegno alla vertenza.
La tempistica – prosegue Tomaino – però gioca un ruolo fondamentale, in una fase in cui l’attuale proprietà ha già avviato la procedura di licenziamento collettivo e mentre qualcuno, per vie del tutto inusuali, parla di possibili aperture del gruppo Carrefour a valutare eventuali soluzioni. Proprio per tali ragioni bisogna rendere ufficiale qualsivoglia confronto e convocare immediatamente il tavolo romano alla presenza di Carrefour, non solo per la discussione di un eventuale ammortizzatore sociale, ma soprattutto, per cogliere l’opportunità di condividere proprio con il noto brand alimentare, un percorso di rilancio del sito di Crotone.
È pur vero -conclude Fabio Tomaino – che il sito di Crotone è stato gestito con attività in franchising, ma il marchio Carrefour dovrebbe avere tutto l’interesse a tutelare la propria immagine, che nel caso KR garantirebbe il giusto ritorno commerciale, considerato che i lavoratori di Passovecchio, al di là delle gestioni che si sono susseguite, hanno puntualmente dimostrato professionalità e grandi numeri”.