Cronaca

Escursionista bloccato su Pollino salvato con elicottero dell’Aeronautica militare

Un escursionista rimasto bloccato sul Pollino a causa di una distorsione al ginocchio rimediata in una caduta, è stato tratto in salvo grazie all’intervento di un elicottero dell’Aeronautica militare con a bordo un tecnico di elisoccorso del Soccorso alpino che, in volo notturno, lo ha individuato e preso a bordo. L’ equipaggio dell’84° Centro Combat Search and Rescue (C.S.A.R.) del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare è decollato dall’aeroporto militare di Gioia del Colle (BA), L’uomo, nel tardo pomeriggio di ieri, aveva telefonato ad un amico dicendo di essere bloccato. L’escursionista aveva raggiunto la cima della Manfriana, a quasi 2000 metri di altitudine, nel Parco Nazionale del Pollino. I carabinieri forestali di Civita, ricevuta la richiesta d’aiuto, hanno allertato la Stazione del Pollino del Soccorso alpino e speleologico Calabria che ha chiesto, visti i tempi necessari per portarsi a piedi alla Manfriana, l’intervento di un elicottero. Richiesta accolta dall’Aeronautica Militare. Un elicottero del 139 AM è decollato da Gioia del Colle e raggiunto il campo sportivo di Frascineto dove ha imbarcato il tecnico di elisoccorso del Soccorso alpino. Nel frattempo, una squadra del Soccorso alpino si è avvicinata al luogo dove si trovava l’uomo lungo un sentiero. Poco dopo, in modalità di volo notturno, l’escursionista è stato individuato e imbarcato sull’elicottero. Portato a Frascineto è stato affidato al personale del 118. Oltre ai Carabinieri Forestali sul posto sono intervenuti anche gli uomini del Soccorso alpino della Guardia di finanza.
Concluso il soccorso, in tarda serata, l’elicottero dell’Aeronautica Militare ha fatto rientro a Gioia del Colle, dove tecnici specialisti della base hanno effettuato una manutenzione al velivolo, consentendo così di poter continuare ad assicurare la prontezza SAR nazionale.
L’84° Centro CSAR di Gioia del Colle – insieme agli altri Centri SAR dislocati sugli aeroporti di Pratica di Mare (RM), Cervia (RA), Trapani e Decimomannu (CA) – garantisce 24 ore su 24, per 365 giorni all’anno, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, nonché concorre ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi, l’attività di antincendio boschivo nonché le missioni Slow Mover Interception (SMI) in occasione di grandi eventi.
L’Italian Air Operation Centre (IT-AOC) è la struttura operativa del Comando delle Operazioni Aerospaziali che ha la responsabilità di supervisionare, coordinare e approvare le attività di volo operativo quotidiane per tutte le Forze Armate e Corpi Armati dello Stato.