Cronaca

Emergenza Coronavirus, Crotone: sfornano centinaia di pizze per la Caritas prima di chiudere la loro attività volontariamente

Hanno deciso di chiudere la loro attività facendo loro l’hasthag #IORESTOACASA, ma prima di spegnere il loro forno hanno impastato oltre cento pizze e le hanno donate alla Caritas.

Florindo e Ciro, i due giovani titolari di “Lievito Madre” hanno raccolto l’appello lanciato ieri dalla Caritas di Crotone il cui servizio, alla Mensa dei Poveri, in questi giorni di emergenza Coronavirus, è messo a dura prova.

L’appello, lanciato attraverso la pagina Facebook era diretto ai panifici e ai privati affinché donassero pane e panini.

Aver deciso di rispettare il DPCM avrebbe significato veder andare a male chili di farina e altri prodotti alimentari, così questa mattina si sono recati in pizzeria, hanno impastato e infornato deliziose pizze e tantissimi rustici.

Un gesto di solidarietà che la Caritas ha accolto con gioia.

“In questi momenti difficili – scrivono i referenti della Caritas – scalda il cuore sapere di essere circondati da persone di un’umanità straordinaria, capaci di mettere da parte paure, ansia, difficoltà per essere vicini in qualche modo a chi in questa tragedia soffre doppiamente: poveri, persone sole, senzatetto. Grazie, grazie di cuore ai volontari della mensa, ai volontari del dormitorio e a tutti gli altri nostri volontari e operatori pronti subito a mettersi in moto per aiutare. Grazie anche a chi si sta mettendo a disposizione per darci una mano, come la Pizzeria Lievito Madre che oggi ci ha donato pizze e rustici per la nostra mensa”.