Attualità

Educazione Ambientale nelle scuole: i Carabinieri Tutela Biodiversità incontrano online gli studenti

L’emergenza Coronavirus e la forzata sospensione delle attività didattiche all’interno delle scuole ha determinato la necessità di individuare forme didattiche alternative quali l’apprendimento a distanza tramite la rete internet.
Grazie alla disponibilità del Dirigente scolastico e dei Docenti referenti, attraverso una piattaforma web i Carabinieri Forestali del Reparto tutela Biodiversità di Catanzaro hanno incontrato gli alunni delle classi I^ e II^ della scuola secondaria di primo grado di Settingiano, Miglierina e Marcellinara, plessi afferenti all’Istituto Comprensivo “Don Marazziti” di Marcellinara (CZ), per confrontarsi su tematiche inerenti la legalità e la sostenibilità ambientale.
I militari hanno potuto videocollegarsi con gli studenti e dialogare sulla sicurezza ai tempi del Coronavirus e sull’importanza di salvaguardare l’ambiente naturale e la biodiversità rispettando le norme di tutela e adottando comportamenti e stili di vita compatibili e responsabili.
Inoltre si è promossa la conoscenza dell’attività dei Carabinieri Forestali nella amministrazione e tutela delle Foreste Protette e delle Riserve Naturali statali in Sila.
L’incontro è stato seguito con vivo interesse dagli alunni ed è stato concordato un successivo incontro nel corso del quale gli studenti potranno proporre ai militari domande di approfondimento sui temi trattati.
Ai ragazzi partecipanti, tramite la scuola, verranno donate borracce in alluminio relative alla campagna promozionale #plasticfree e opuscoli informativi.
L’incontro didattico/educativo si inserisce nell’ambito di attuazione del Progetto di Educazione Ambientale “Conosci gli alieni? Scopri gli infiltrati speciali nella Natura con i Carabinieri Biodiversità” che la specialità Forestale dell’Arma sta realizzando con l’obiettivo di sensibilizzare gli alunni sulla presenza di specie alloctone invasive e, soprattutto, sulla conoscenza degli habitat e sul ruolo di ognuno per la tutela della biodiversità.
Sono già programmati altri incontri in videoconferenza con scuole della provincia ed ulteriori potranno essere realizzati su richiesta dei docenti.