Cronaca

E’ di Papanice il “Buskers” più apprezzato dai francesi

Vive in Francia orma da oltre 30 anni ma le sue radici sono di Papanice, frazione di Crotone, lui é Tonino Cavallo.
Come molti calabresi ha lasciato la sua terra per i motivi che accomunano tutti, ovvero la ricerca di lavoro.
Questa ricerca lo ha portato a Parigi dove attraverso la sua fedele compagna, la fisarmonica è riuscito a ritagliarsi un posto di rilievo nel vasto panorama della musica popolare.
Oggi Cavallo è infatti uno tra i più affermati e apprezzati musicisti di strada, volendo utilizzare il termine oggi più in voga, uno tra i più popolari “Buskers” d’Europa.
Altra particolarità della sua vita artistica è l’esibizione nelle strade, nelle piazze.
Il prossimo 24 gennaio c’è infatti molta attesa per l’esibizione a Bedarieux.
La fisarmonica da sempre é lo strumento con cui si identifica la musica popolare, insieme all’organetto, il tamburello e la zampogna.
Difficile non muoversi quando si ascolta un brano popolare, difficile non emozionarsi.
La musica popolare suscita emozioni e coinvolge il corpo fino a suscitare in tutti la voglia di muoversi.
Con la sua fisarmonica Tonino Cavallo fa musica popolare, lo fa mantenendo lo stile tradizionale molto apprezzato anche dai giovani italiani che ormai da generazioni sono trapiantati all’estero.
Sono infatti molti i gruppi, soprattutto composti da giovanissimi che si avvalgono della sua collaborazione artistica.
Molto amato dalla vasta colonia di calabresi che vivono tra la Francia e il Belgio, Cavallo regala loro emozioni.
Caratteristica degli italiani all’estero e in particolare degli uomini e delle donne del Sud è la infatti la grande nostalgia per la propria terra.
Sogno di tutti è infatti farvi ritorno.
Ma non sono solo gli emigranti ad apprezzare la musica popolare proposta da Tonino Cavallo, nel tempo i suoi estimatori si sono moltiplicati anche tra i francesi.