Cronaca

Da metà luglio riapre la fortezza di Le Castella, siglato l’accordo tra Comune di Isola Capo Rizzuto e Polo Museale

Sottoscritto, presso la Prefettura di Crotone l'”accordo di valorizzazione” del complesso monumentale di Le Castella.
Ad apporre la firma, in calce all’accordo: il direttore del Polo Antonella Cucciniello e il commissario prefettizio Domenico Manninno, alla presenza del vice prefetto Sergio Mazzia, del direttore generale calabrese del Mibac Salvatore Patamia, del vice comandante della Guardia Costiera Filippo Parisi, del direttore del Parco dei musei archeologici nazionali di Crotone e Capo Colonna Gregorio Aversa, del responsabile dell’Area Marina Protetta “Capo Rizzuto” Simone Scalise, del responsabile del settore Lavori Pubblici del Comune di Isola capo Rizzuto Achille Tricoli.

Un accordo che ha visto impegnato, in prima persona il Prefetto Fernando Guida, che si è speso per il raggiungimento di questo importante accordo.

“Abbiamo creato la cornice amministrativa per avviare un percorso di condivisione di azioni che mirano a ripristinare la fruizione della struttura. Noi crediamo e speriamo fortemente nella riapertura estiva della fortezza, stiamo lavorando in questa direzione. Contiamo di riuscirci per la prima metà di luglio”. Ha sostenuto Antonella Cucciniello, direttore del Polo.

Nella prossima settimana è prevista la pubblicazione di una manifestazione d’interesse rivolta alle associazioni no profit e di volontariato che garantirà l’apertura della Fortezza, in questa prima fase fino alla prima metà di ottobre. In attesa dell’espletamento di un bando per la gestione definitiva del castello, nei mesi invernali è prevista una chiusura per consentire alcune azioni di riqualificazione interna che rispecchino gli standard richiesti dal Polo Museale. Va infatti sottolineato che, nel momento in cui Le Castella rientra nel perimetro istituzionale del Polo, diventa un museo e come tale deve garantire standard che sono diversi dal complesso monumentale. “Abbiamo la copertura economica, ha sottolineato ancora la dottoressa Cucciniello – grazie all’impegno della Regione Calabria che destinerà dei fondi dedicati, per la messa in sicurezza, in relazione alle caratteristiche del luogo e dei servizi che deve garantire. Dopo la fase estiva, se tutto va come confidiamo, ci potrebbe essere una fase di chiusura necessaria che per noi costituirà un momento di riflessione profondo per stabilire quale tipo di governance definitiva dovrà assumere. Nel frattempo ci sarà una riforma parziale così come annunciato dal Ministero in questi giorni e si capiranno le competenze e su chi ricadranno determinate responsabilità. Noi, siamo pronti a fare la nostra parte”.