Attualità

Crotone Vuole Volare: “Ridicolo un solo volo giornaliero, Oliverio ha l’ obbligo di assicurare la mobilità”

Riceviamo e pubblichiamo.

L´ Associazione Crotone Vuole Volare, dopo aver investito e contattato tutte le Istituzioni e gli Organi competenti in merito al proseguimento della volistica da e per il Crotone- airport, chiede che il Presidente della Regione e il Presidente Sacal finiscano questa farsa finalizzata solo alla chiusura del nostro scalo.

Si precisa che il volo per Pisa aveva una durata limitata al 31 Agosto fin da quando  è stato istituito perché Ryanair aveva già impegnato il veicolo su altra rotta,  ma rimanere in silenzio  quando è certa la mancanza di programmazione per alcun volo da ottobre in poi, significherebbe assistere passivamente alla chiusura definitiva dello scalo Sant’Anna.

La Sacal, in modo provvisorio o in modo definitivo poco incide, è vincitrice di un bando nazionale Enac e pertanto ha l ‘obbligo di far proseguire  la volistica sul nostro aeroporto.

Quest’ultimo, con solo un volo giornaliero e uno bisettimanale, ha dimostrato di avere tutti i numeri, in quanto ad utenza, per essere sostenibile e far concorrenza ai voli nazionali di Lamezia (ma forse è proprio questo che disturba).

Il Presidente Oliverio ha l’ obbligo di assicurare la mobilità regionale, in tal senso si inventi quello che più reputa opportuno per non lasciare isolato il nostro territorio e quello di tutta la fascia ionica.

I Crotonesi questa volta non permetteranno la chiusura del proprio aeroporto.

Sacal su Lamezia ha implementato con ulteriori voli e  diverse compagnie l’aeroporto, ha il dovere di fare lo stesso per Crotone , altrimenti  a che servirebbe  aver ottenuto la gestione unica regionale?

Avrebbe già nel periodo estivo dovuto portare su Crotone altri voli e così non è stato; hanno slittato il Bergamo solo perché  Oliverio  era in  campagna elettorale?

Un aeroporto con un volo  giornaliero è solo ridicolo .

Abbiamo sopportato anche questo, ora basta , entro Settembre si faccia in modo che si possano prenotare i voli per le tratte necessarie ad eliminare l’isolamento del territorio con le compagnie che Sacal reputa più opportune , slittandole anche da Lamezia,  se non ha ancora provveduto ad avere voli esclusivi per Crotone.

Che non si venga a dire che questo non è possibile perché è stato già fatto, (confermato dallo stesso Arborante). Questa volta i Crotonesi non resteranno a guardare.
Non aspetteremo che anche il Bergamo faccia il suo ultimo decollo.