Sport

Crotone, vittoria scaccia crisi: gli squali battono il Livorno 2-1 e tornano a sorridere

Nel diciassettesimo turno di serie B, il Crotone ritrova punti e sorriso grazie alla vittoria sul Livorno per 2-1. Succede tutto nella prima frazione: ospiti in vantaggio con Marras al 12′, i pitagorici ribaltano il risultato con Cuomo e Crociata.

Primo tempo tutt’altro che avaro di emozioni allo Scida. Il Crotone scende in campo con piglio deciso, gestisce bene il possesso palla e gioca quasi sempre nella metà campo avversaria cercando costantemente di aprire qualche spiraglio utile tra le maglie della retroguardia del Livorno. Al 10′ i padroni di casa vanno ad un passo dal vantaggio con Messias, ben innescato in contropiede da Mustacchio, che si divora l’1-0 a tu per tu con Plizzari lasciandosi ipnotizzare dall’estremo difensore labronico. I pitagorici sembrano in totale controllo della partita ma il pericolo è dietro l’angolo e al 12′ il Livorno riesce a sbloccare il match grazie ad una leggerezza imperdonabile di Molina, che si lascia soffiare il pallone da Agazzi al limite dell’area scatenando l’offensiva degli amaranto: la sfera finisce a Marras che con un diagonale preciso fulmina Cordaz e porta in vantaggio i suoi. Il Crotone cerca di reagire subito creando i presupposti per il pari col solito tentativo da fuori di Crociata e una manciata di minuti più tardi ci prova anche con un colpo di testa di Simy che svetta al centro dell’area ma non inquadra lo specchio della porta. Nonostante le imprecisioni negli ultimi metri, il gol degli squali è nell’aria e si concretizza al 23′ con il primo centro in campionato di Cuomo, che sugli sviluppi di un calcio piazzato è il più lesto a saltare di testa e battere il portiere approfittando di una mischia in area. Bastano tre minuti e il Crotone la ribalta. Contropiede rossoblù: Messias serve Crociata al limite dell’area, l’ex Milan rientra sul destro e indirizza la palla sotto il sette lasciando di stucco Plizzari.
Nella ripresa la squadra di Stroppa prova ad addormentare la partita gestendo la sfera con un giro palla intenso, il Livorno risponde inserendo in campo forze fresche: dentro Del Prato e Braken, fuori Morelli e Rocca. La trama del match però non cambia. Il Crotone tiene saldamente in mano il pallino del gioco e al 68′ guadagna l’occasione buona per calare il tris ma il tentativo di Simy è debole e termina comodamente tra le braccia di Plizzari. I pitagorici si ripetono all’82’, questa volta con il neo entrato Vido: l’ex Perugia semina il panico all’interno dell’area di rigore avversaria e calcia in porta trovando la respinta del portiere dei toscani, sulla ribattuta si fionda Mustacchio ma il tentativo dell’esterno rossoblù viene neutralizzato da un miracoloso intervento di un difensore labronico. Nel finale il Livorno accenna una timida reazione cercando di affacciarsi in avanti con Mazzeo e Boben, il Crotone però chiude bene gli spazi e dopo un recupero infinito porta a casa una vittoria importante dopo quattro turni di digiuno.

CROTONE – LIVORNO 2-1 12′ Marras (L), 23′ Cuomo (C), 26′ Crociata (C).

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Cuomo, Marrone, Gigliotti; Mustacchio (87′ Rutten), Crociata, Barberis, Molina, Mazzotta (94′ Gomelt); Simy (70′ Vido), Messias. A disp.: Figliuzzi, Festa; Curado, Nalini, Bellodi, Itrak, Rodio, Evan’s.
All. Stroppa.

LIVORNO (3-5-2): Plizzari; Morelli (60′ Del Prato), Gonnelli, Boben; Morganella, Luci, Rocca (60′ Braken), Agazzi (78′ Pallecchi), Porcino; Mazzeo, Marras. A disp.: Ricci, Zima; Marie Sainte, Coppola, Del Prato, Ruggiero, D’Angelo, Rizzo, Viviani.
All. Tramezzani.

Ammoniti: 7′ Morganella, 14′ Marrone, 23′ Morelli, 25′ Crociata, 36′ Simy, 59′ Cuomo, 72′ Braken, 81′ Mazzotta.

Arbitro: Minelli di Varese; Assistenti: Soricaro, Zingarelli; IV Ufficiale: Vigile.

(Foto: Fc Crotone)