Sport

Crotone, vittoria di carattere contro il Venezia: gli squali battono 3-2 i lagunari e agganciano la vetta

Vittoria di carattere per il Crotone di Stroppa che nella 9° giornata di Serie BKT batte il Venezia 3-2 in rimonta agganciando il Benevento in testa al campionato. Decisiva la doppietta personale di Simy e il gol di Golemic a cinque minuti dal termine.

Avvio di gara in salita per i padroni di casa che, dopo aver messo alla prova la reattività di Lezzerini cercando il vantaggio con Messias e Simy, si ritrovano sotto di un gol grazie alla rete di Aramu al 10′. Il trequartista dei lagunari prima simula un contatto con Cordaz in piena area di rigore rimanendo accasciato a terra in zona d’attacco e successivamente si rialza approfittando di una disattenzione della retroguardia pitagorica per raccogliere l’invito a nozze di Montalto e firmare l’1-0 tra le polemiche. Gli squali reagiscono subito sfiorando il pari con un colpo di testa di Golemic (12′) che si infrange sul palo a portiere battuto e si rendono ancora pericolosi intorno alla mezz’ora andando ad un passo dal pari prima con Crociata (25′) e poi con Mazzotta (30′). Il Venezia chiude bene gli spazi ma col passare dei minuti gli uomini di Stroppa aumentano la pressione offensiva e dopo un paio di occasioni sprecate raccolgono il meritato pareggio con Simy, che al 35′ approfitta di un corner per saltare più in alto di tutti e battere Lezzerini siglando il suo quinto centro stagionale. Nonostante l’1-1, il risultato sta stretto ai padroni di casa che continuano spingere il piede sull’acceleratore e al 45′ si divorano il gol del sorpasso con Messias, che di testa non riesce a inquadrare lo specchio della porta.

Nella ripresa il Crotone continua a macinare gioco mettendo alle strette gli ospiti. I pitagorici alzano notevolmente il baricentro e al 54′ trovano il 2-1 con la doppietta personale di Simy, abile a raccogliere l’assist di Molina e tirare fuori dal cilindro una girata magnifica che non lascia scampo al portiere dei lagunari. Dionisi prova a cambiare le carte in tavola buttando nella mischia Bocalon al posto di Montalto, i padroni di casa si rilassano lasciando un po’ troppo spazio al Venezia, che si catapulta in avanti alla ricerca del pari e al 68′ colpisce: lancio di Lollo, sponda di Bocalon e gran gol al volo di Capello che riporta in equilibrio il match facendo calare il gelo sugli spalti. La squadra di Stroppa però non si perde d’animo. Il tecnico lombardo inserisce forze fresche mettendo in campo Mustacchio e Zanellato, gli squali si scatenano in un forcing asfissiante e a poco più di cinque minuti dal termine trovano il gol del 3-2 con una capocciata di Golemic, che spunta dalle retrovie e sugli sviluppi di una punizione ravvicinata fa esplodere lo Scida. Tre punti d’oro per il Crotone che con la vittoria odierna aggancia il primo posto a quota 18 punti, in compagnia del Benevento.

CROTONE – VENEZIA 3-2: 10′ Aramu, 35′, 54′ Simy, 68′ Capello, 84′ Golemic.

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Golemic, Spolli, Marrone (26′ Cuomo); Molina (62′ Mustacchio), Benali, Barberis, Crociata (80′ Zanellato), Mazzotta; Simy, Messias.
A disp.: Figliuzzi, Festa; Nalini, Vido, Bellodi, Gomelt, Rodio, Rutten.
All. Stroppa.

VENEZIA (4-3-1-2) Lezzerini; Fiordaliso, Modolo, Cremonesi, Ceccaroni; Lollo (88′ Di Mariano), Fiordilino, Maleh (82′ Zuculini); Aramu; Montalto (59′ Bocalon), Capello.
A disp.: Bertinato; Casale, Vacca, Suciu, Caligara, Gavioli, Zigoni, Simeoni, Lakicevic.
All. Dionisi.

Ammoniti: 28′ Montalto, 75′ Crociata, 79′ Capello, 83′ Lollo, 89′ Zuculini.

Arbitro: Sozza di Seregno; Assistenti: Pagnotta, Affatato; IV ufficiale: Carella.

(Foto in evidenza: D’Urso)