Cronaca

Crotone, vertenza Gruppo Romano: si cerca la via della mediazione per evitare ripercussioni negative su tutto il territorio provinciale

La crisi del Gruppo Romano rischia di gravare su 40 dipendenti del trasporto interregionale che vedono in forse il loro futuro in un territorio che già vive una crisi occupazionale.
In questa direzione è stato centrato l’incontro, svoltosi presso i locali della CGIL di Crotone tra una delegazione di lavoratori ed i rappresentanti sindacali della Cgil, l’avvocato Giuseppe Peluso e Michele Rubino della sezione Filt di Crotone, i sindaci di Melissa e di Cirò, rispettivamente Raffaele Falbo e Francesco Paletta, a cui ha preso parte anche l’On. Vito Pitaro, capogruppo di “Jole Santelli Presidente”, che ha avanzato un tentativo preventivo di conciliazione in merito alla vertenza dei lavoratori del settore trasporti.
«Necessario trovare al più presto una soluzione per i lavoratori del Gruppo Romano – F.lli Romano SpA – Romano Autolinee Regionali SpA. Tali società, operanti nel servizio pubblico dei trasporti, ha intenzione di attivare la procedura di licenziamento collettivo per insostenibilità dei costi e anti-economicità dei servizi erogati. Dietro quelle decine di lavoratori che rischiano il posto vi sono
altrettante famiglie che rischiano seriamente di finire sul lastrico. Vista la rilevanza di un “processo” che, ove effettivamente attuato, coinvolgendo un settore occupazionale tra i più rilevanti e preminenti dell’intera Provincia di Crotone, determinerebbe inevitabilmente una destabilizzazione economico-sociale con il rischio reale ed effettivo di turbamento dell’ordine pubblico, ho chiesto formalmente una riunione con i datori di lavoro, gli impiegati e le parti sociali al fine di tutelare i diritti dei lavoratori», ha asserito Pitaro. L’obiettivo, dunque, è quello di mediare al fine di trovare una soluzione definitiva e procedere con il raffreddamento della vertenza. Da parte sua, il primo cittadino di Melissa Raffaele Falbo manifesta forte preoccupazione per gli inevitabili ” contraccolpi” sul piano economico-sociale conseguenti all’attivazione della procedura di licenziamento collettivo per come paventata dal Gruppo Romano Spa. Le ripercussioni negative coinvolgeranno inevitabilmente l’intera provincia di Crotone , ivi compresa la comunità Melissese, essendo molti i lavoratori “Romano” residenti nel mio Comune. Auspico un esito positivo dell’incontro conciliativo richiesto dall’On. Pitaro presso gli Uffici Territoriali del Governo di Crotone. Do da subito di la mia disponibilità a partecipare all’incontro per rafforzare le preoccupazioni e l’importanza di non indebolire il sistema dei trasporti, avviando operazioni economico che danneggiano il territorio e tanti lavoratori. Con i colleghi sindaci – conclude Falbo – invieremo una nota al Prefetto per rappresentare le nostre preoccupazioni.