Cronaca

Crotone: Verso la gestione unica dei rifiuti

Tutti i 27 comuni della provincia di Crotone hanno aderito all’ATO, in termini di riordino del servizio di gestione dei rifiuti urbani in Calabria.
L’ATO infatti prevede la gestione unica del servizio di raccolta e di smaltimento dei rifiuti della durata di quindici anni.
Un unico soggetto
Un passo in avanti molto importante compiuto nel pomeriggio di venerdì 21 aprile nel corso dell’incntro a cui hanno preso parte: Antonella Rizzo assessore regionale all’ambiente, il responsabile del dipartimento ambiente Antonio Augruso, il sindaco di Crotone Ugo Pugliese e i sindaci del territorio.
Un traguardo importante ha sostenuto l’assessore Rizzo, un percorso che vedrà tutti i comuni camminare insieme. Nel bando presentato dalla regione – ha ricordato ancora la Rizzo – è prevista la divulgazione delle buone pratiche, partendo dalle scuole insegnando ai più piccoli come deve essere fatta la raccolta differenziata.
Di economia di scala ha parlato invece il sindaco di Crotone Ugo Pugliese che ha fortemente voluto l’incontro con i suoi colleghi che non hanno mancato di esprimere alcune perplessità.
Nel fare sue le perplessità dei colleghi, Pugliese ha sottolineato l’importanza che riveste il traguardo raggiunto.
Si va infatti verso una condivisione delle azioni che dovranno essere messe in campo in tema di rifiuti, partendo anche dall’opzione che porterà alla scelta della società che dovrà gestire il servizio, tre sono infatti le opzioni tra cui scegliere: L’affidamento diretto ad una società in house; L’indizione di una procedura ad evidenza pubblica per l’affidamento a terzi e l’indizione di una procedura ad evidenza pubblica per la selezione del socio-operativo della società a partecipazione pubblico-privata alla quale affidare il servizio.
Come sottolineato dal sindaco Pugliese questa sarà una scelta che avverrà in futuro e a farlo saranno tutti.