Cronaca

Crotone: va in Questura per richiedere il passaporto ma la Polizia scopre che deve scontare una condanna, arrestata 47enne

Una donna di 47 anni, F. S. R., nata in provincia di Como, è stata tratta in arresto dagli uomini della Divisione P.A.S.I della Questura di Crotone per una condanna mai scontata e passata in giudicato.

La situazione è emersa a seguito degli accertamenti di rito connessi alla richiesta di rilascio di passaporto ordinario, avanzata dalla donna, presso l’Ufficio Passaporti della Questura di Crotone.

Dai controlli effettuati è emerso che nei confronti della donna pendeva un “provvedimento di pene concorrenti e contestuale ordine di esecuzione per la carcerazione”, ex art. 663 c.p.p., emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Como.

A seguito di due sentenze di condanna divenute irrevocabili per i reati rapina, detenzione di armi, estorsione, lesioni (artt. 368 c.p., 629 c. 1 e 2 c.p., 628 c. 1 e 3 c.p., 582, 585 c.p. e artt. 2 e 7 l. 898/67) deve scontare la pena complessiva di anni 4, mesi 3 e giorni 20 di reclusione ed € 500,00 di multa con l’interdizione dai pubblici Uffici per anni 5.

La F.S.R., dopo le formalità di rito, è stata tradotta presso la Casa Circondariale di Castrovillari (CS) a disposizione dell’A.G.