Cronaca

Crotone, tartaruga “Caretta Caretta” salvata dai ragazzi del Club Velico

Salvataggio al largo della costa crotonese ad opera della scuola vela Club Velico Crotone: un esemplare di tartaruga marina Caretta Caretta aveva ingoiato un amo ed era in serie difficoltà.
La Caretta Caretta è una specie di tartaruga marina particolarmente diffusa nel Mar Mediterraneo che purtroppo combatte contro l’incoscienza dell’uomo: molte di loro ingeriscono accidentalmente plastica o attrezzature da pesca.
Ma l’estate crotonese spesso ci consegna storie a lieto fine come questa: grazie alla prontezza del ‘guru’ della scuola vela del circolo, Gianluca Cortese, che ha avvistato l’esemplare in difficoltà nelle acque crotonesi, la Capitaneria di Porto di Crotone è potuta intervenire tempestivamente.
In realtà, l’operazione è avvenuta nell’ambito di un progetto di ‘pattugliamento civile’ chiamato ‘Sentinelle del mare’. Il format unisce il Club Velico Crotone, presente ogni giorno nelle nostre acque con le sue barche, e il Polo NET, che lo ha ideato, nel recupero di esemplari on difficoltà e nella raccolta della plastica che galleggia nel golfo.
Le ‘sentinelle’ hanno dunque fatto la loro parte. E ora con il determinante ausilio dei volontari e delle associazioni, prima fra tutte il WWF, il giovane esemplare maschio salvato dalla società sportiva e da NET presto potrà tornare a nuotare nel nostro magnifico Mare Nostrum.
Alessandro, questo il nome con il quale probabilmente verrà battezzata la tartaruga in memoria del vice Presidente del WWF locale recentemente scomparso, è stato curato nel Centro di Recupero Tartarughe Marino che si trova presso l’Area Marina di Capo Rizzuto ed è gestito dai volontari del WWF di Crotone. Tra pochi giorni, dopo le necessarie cure, la Caretta Caretta, accompagnata anche dai ragazzi del Club Velico Crotone, verrà rimessa in acqua.