Cronaca

Crotone: Stadio Ezio Scida, tutto rinviato a lunedì 6 giugno

Si tornerà a discutere del futuro dello stadio Ezio Scida lunedì 6 giugno.
E’ quanto stabilito al termine dell’incontro svoltosi questa mattina presso l’Ufficio territoriale di Governo.
La riunione, coordinata dal Prefetto Vincenzo de Vivo ha fatto registrare la presenza per la Soprintendenza della Calabria del Dott Salvatore Patamia, della Dottoressa Caterina Annese, del sindaco di Crotone Peppino Vallone, del presidente dell’Fc Crotone Calcio Raffaele Vrenna e degli assessori allo Sport e ai Lavori Pubblici Claudio Molè e Giancarlo Devona.
Il rinvio, da quanto si apprende è da imputare alle richieste avanzate dalla Soprintendenza Archeologica della Calabria che chiede di conoscere quali sono i reperti esistenti nell’area interessata ai lavori di ampliamento dello stadio, per poterli preservare.
Come si ricorderà nel 1999 vennero eseguiti lavori di ampliamento dello stadio e in quell’occasione rinvenuti reperti importanti.
La Soprintendenza richiede dunque delle garanzie.
In mattinata, sempre in relazione allo stadio e all’avvio del campionato di A, il Presidente Vrenna nel corso di Buongiorno Regione, la trasmissione mattutina di Rai Tre Regione, ha dichiarato che potrebbe verificarsi la possibilità di non poter iniziare la stagione nello stadio di casa.
Il numero uno dell’Fc Crotone Calcio, ha sostenuto che si stanno valutando tutti gli aspetti, soprattutto quelli relativi allo stadio di Cosenza. Sicuramente ha detto Vrenna si potrebbe giocare in una città calabrese, facendo chiaro riferimento a Cosenza.