Sport

Crotone, secondo stop consecutivo: il Perugia passa 3-2 allo Scida

Secondo stop consecutivo per il Crotone di Stroppa che nell’undicesimo turno di Serie BKT cade in casa sotto i colpi del Perugia. Allo Scida finisce 3-2 per gli umbri. A segno Iemmello, Melchiorri e Di Chiara per la compagine biancorossa, agli squali non basta la doppietta personale dell’ex Mustacchio.

Partenza sprint degli uomini di Oddo, bravi a impegnare Cordaz in angolo dopo una manciata di secondi dal fischio d’inizio. Il Crotone non resta a guardare e aumenta la pressione offensiva andando ad un passo dal vantaggio con un cross insidioso di Mustacchio che per poco non viene insaccato nella propria porta da Gyomber. I pericoli però sono dietro l’angolo e al 13′ si materializzano nell’1-0 degli umbri che sugli sviluppi di un contropiede sbloccano il match con il solito Iemmello: gran lancio in verticale di Rosi che innesca Nicolussi Caviglia, il prodotto del vivaio della Juve scappa sulla corsia destra e serve in mezzo Iemmello, il quale aggancia la sfera e da pochi passi mette in rete siglando il nono centro in campionato. Gli squali inizialmente subiscono il colpo ma col passare dei minuti ritrovano idee e geometrie riorganizzando il gioco e scatenandosi in una reazione veemente: al 32′ i rossoblù vanno vicini al pari con un colpo di testa ravvicinato di Simy, ben servito da Benali, ma Vicario è attento e con un autentico miracolo tiene a galla i suoi. I pitagorici continuano a spingere, il Perugia si rintana nella propria metà campo lasciando pochi spazi ai padroni di casa che al 43′ provano a colpire con Crociata dalla lunga distanza: la conclusione è centrale e Vicario intercetta senza troppi problemi.

Nella ripresa il Crotone scende in campo con piglio aggressivo e al 52′ guadagna una ghiotta doppia chance per raggiungere l’1-1: prima con un colpo di testa di Benali, deviato in corner dall’inesauribile Vicario, e poi con una girata di Simy che si perde alta sopra la traversa. Ma come successo nella prima frazione, nel miglior momento degli squali è ancora il Perugia a colpire: al 53′ Melchiorri scatta sul filo del fuorigioco, vede Cordaz fuori dai pali e da distanza considerevole firma il raddoppio biancorosso. La reazione degli squali non si fa attendere. I pitagorici ottengono un calcio di punizione invitante sulla trequarti: sulla sfera va Barberis che mette in mezzo un cross teso sul quale arriva Benali, Vicario respinge ancora una volta ma nulla può sul tap-in vincente di Mustacchio che segna il gol dell’ex dimezzando lo svantaggio. Il Crotone sembra avere le energie per poter riagguantare il pari ma al 65′ l’ennesima amnesia difensiva sugli sviluppi di un contropiede permette agli ospiti di aumentare nuovamente il passivo con Di Chiara, che da posizione defilata fa esplodere un diagonale col sinistro imprendibile per Cordaz. Stroppa prova a mettere una pezza effettuando un doppio cambio: fuori Molina e Messias, dentro Mazzotta e Vido. La musica però non cambia. La manovra rossoblù stenta a decollare e il contraccolpo psicologico causato dal doppio svantaggio diventa determinante. Durante il recupero finale c’è ancora tempo per la doppietta personale di Mustacchio (destro incrociato che non lascia scampo a Vicario) e un colpo di testa pericoloso di Golemic ma al triplice fischio del direttore di gara Pezzuto è solo il Perugia a festeggiare. Secondo stop consecutivo per il Crotone che scivola al terzo posto in classifica, sorpassato proprio dalla squadra di Oddo.

CROTONE – PERUGIA 2-3: 13′ Iemmello, 53′ Melchiorri, 57′, 94′ Mustacchio, 65′ Di Chiara.

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Golemic, Marrone, Gigliotti; Mustacchio, Crociata, Barberis (90′ Gomelt), Benali, Molina (67′ Mazzotta); Simy, Messias (67′ Vido). A disp.: Figliuzzi, Festa; Cuomo, Spolli, Bellodi, Rodio, Evan’s, Rutten.
All. Stroppa.

PERUGIA (3-5-2): Vicario, Rosi, Gyomber, Falasco; Mazzocchi, Balic, Carraro, Nicolussi Caviglia (72′ Dragomir), Di Chiara; Iemmello (61′ Falzerano), Buonaiuto (38′ Melchiorri). A disp.: Fulignati; Nzita, Rodin, Falcinelli, Fernandes, Capone.
All. Oddo

Ammoniti: – .

Arbitro: Pezzuto di Lecce; Assistenti: Scarpa, Pagliardini; IV Ufficiale: Carrione.

(Foto in evidenza: D’Urso)