Cronaca

Crotone, scoperti allacci abusivi alla rete idrica in diverse attività commerciali

Nell’ambito dei servizi denominati “Focus ‘ndrangheta”, personale della Divisione P.A.S.I. – Squadra Amministrativa, unitamente a personale dell’Ufficio di Gabinetto e della società “CON.GE.S.I.” (Consorzio Gestione per il Servizio Idrico), ha effettuato nei gironi scorsi, controlli a Crotone, all’esito dei quali ha conseguito i seguenti risultati:

♣ presso un’attività di vicinato per la vendita di cosmetici, profumi ed articoli in argento, la cui titolare risulta essere O. I., crotonese, classe 1984, presente al momento dell’accesso ispettivo, si procedeva preliminarmente al controllo circa il regolare possesso delle autorizzazioni amministrative, rilevando come l’attività fosse sprovvista di autorizzazione per la vendita al minuto di oggetti preziosi, ex art. 127 T.U.L.P.S. ed in merito gli operatori invitavano la titolare a portarsi presso questi Uffici al fine di elevare la relativa contestazione. In prosecuzione dell’attività di controllo, unitamente al citato personale verificatore della società “CON.GE.S.I.”, si accertava come la titolare avesse provveduto a regolarizzare la posizione contrattuale inerente la fornitura di acqua potabile;

♣ presso un’attività commerciale di lavanderia, la cui titolare risulta essere B. A., crotonese, classe 1974, presente al momento dell’accesso ispettivo, si procedeva preliminarmente al controllo circa il regolare possesso delle autorizzazioni amministrative, non rilevando irregolarità. Tuttavia, in prosecuzione dell’attività, unitamente al citato personale verificatore della società “CON.GE.S.I.”, si accertava la presenza di un allaccio abusivo direttamente alla rete idrica pubblica, verificando la presenza di un misuratore anch’esso abusivo in quanto privo di sigillo del Consorzio idrico e non contrattualizzato. In relazione a quanto sopra, gli operanti procedevano a deferire alla competente Autorità Giudiziaria la titolare dell’attività, per il reato di furto aggravato;

♣ presso un’attività commerciale di vicinato per la vendita di oggettistica e bomboniere, il cui titolare risulta essere M. G., crotonese, classe 1960, presente al momento dell’accesso ispettivo, si procedeva preliminarmente al controllo circa il regolare possesso delle autorizzazioni amministrative, non rilevando irregolarità. Tuttavia, in prosecuzione dell’attività di controllo, unitamente al citato personale verificatore della società “CON.GE.S.I.”, si accertava la presenza di un allaccio abusivo direttamente alla rete idrica pubblica, verificando la presenza di un misuratore anch’esso abusivo in quanto privo di sigillo del Consorzio idrico e non contrattualizzato. In relazione a quanto sopra, gli operanti procedevano a deferire alla competente Autorità Giudiziaria il titolare dell’attività, per il reato di furto aggravato.