Cronaca

Crotone, salvarono la vita ad un uomo colto da malore: menzione speciale per i finanzieri Gatto e Musardo

Una menzione speciale per aver salvato una vita e per esprimere il “grazie” da parte di un’intera comunità a due finanzieri che, con il loro pronto intervento, il 2 aprile del 2016, hanno salvato la vita ad un cittadino crotonese. Ai sensi del Regolamento Comunale per la concessione delle Civiche Benemerenze, il Comune di Crotone ha inteso concedere la menzione speciale alla memoria del vice brigadiere della Guardia di Finanza Tommaso Gatto e all’appuntato della Guardia di Finanza Massimo Musardo.
Una cerimonia semplice, nel corso della quale, grande è stata l’emozione nel rievocare quei momenti e l’operato dei due appartenenti alla Guardia di Finanza; in particolare la figura del vicebrigadiere Thomas Gatto venuto a mancare lo scorso 22 novembre 2018. Una cerimonia che ha evidenziato il lato umano dei due uomini, appartenenti alla Guardia di Finanza, la passione, la dedizione al loro lavoro e alla divisa che indossano quotidianamente. Così come ricordato negli interventi dal procuratore della Repubblica di Crotone Giuseppe Capoccia, dal sostituto procuratore di Catanzaro Domenico Guarascio e dal dott. Michele Ciociola Coordinatore dell’ufficio Gip presso il Tribunale di Crotone.
“Sotto le divise – ha sottolineato il colonnello Emilio Fiora – ci sono uomini, ci sono ragazzi che hanno cose belle come Thomas e Massimo. Uomini, ragazzi semplici, con i loro pregi, i loro difetti e le loro paure. Due ragazzi che, quando si alzano alla mattina, hanno voglia di svolgere il proprio lavoro; non gli importa come, non gli importa il perché, non si tirano indietro. Due begli esempi di vita, di uomini. Lo Stato deve essere normalmente fiero e normalmente popolato di questi bravi ragazzi, che sono semplici e in gamba. Ragazzi che fanno bene il loro lavoro, con simpatia, intelligenza, con umiltà, con onestà e lealtà. Io sono fortunato ad averli con me”. Il ricordo di Thomas Gatto, nelle parole del colonnello Fiora è vivo perché sottolinea: “Thomas è con noi a lavorare”. Parole che racchiudono il sentimento di affetto e stima che si crea lavorando fianco a fianco, quando si è mossi dagli stessi ideali.
Alla cerimonia ha preso parte anche Francesco Macchitella, l’uomo soccorso dai militari delle Fiamme Gialle che ha rinnovato, con non poca emozione, il suo sentimento di gratitudine all’appuntato Massimo Musardo e al figlio del vice brigadiere Gatto per avergli salvato la vita al termine della cerimonia. Presenti inoltre Flavio Filoni sindaco di Galatone, città di origine del vice brigadiere Gatto e Antonio Casarano sindaco di Seclì, città di origine dell’appuntato Musardo, il prefetto Fernando Guida, il questore Massimo Gambino, il presidente del Tribunale di Crotone Maria Vittoria Marchianò.
“Crotone non dimentica, ha sostenuto il sindaco Ugo Pugliese che ha sottolineato che il riconoscimento dovuto alla memoria del vice brigadiere Gatto e all’appuntato Musardo per aver salvato una vita ad un nostro concittadino ed allo stesso tempo l’occasione di sottolineare l’azione meritoria della Guardia di Finanza i cui uomini operano tra i cittadini e per i cittadini”.