Cronaca

Crotone: Riutilizzati dall’Amministrazione comunale i beni confiscati alla criminalità

L’Amministrazione comunale di Crotone ha predisposto un bando per l’affidamento in concessione ad associazioni, cooperative ed organizzazioni che si occupano di sociale, di un bene immobile, di 164 metri quadrati, confiscato alla criminalità in viale Magna Grecia, di 164 metri quadrati che sarà utilizzato per finalità sociali.
Si tratta di una delle azioni messe in campo dall’Amministrazione Pugliese dopo aver ricevuto, dall’Agenzia per i beni confiscati di Reggio Calabria 15 beni confiscati alla criminalità organizzata, dopo l’approvazione del regolamento per l’affidamento dei beni immobili confiscati alla criminalità organizzata che ha consentito di procedere ad una ricognizione del patrimonio immobiliare disponibile e poi di redigere un elenco che è stato reso pubblico.
Un’azione che ha consentito di dare risposte alle fasce deboli della società. A tale proposito l’assessore Romano ha reso noto che sei immobili, situati in diverse zone della città sono stati assegnati a famiglie che non avevano un tetto in cui vivere. In particolare, l’assessore Alessia Romano – ha messo in risalto l’aspetto positivo che riveste il riutilizzo dei beni in termini sociali e culturali per l’intera comunità.
In questo momento sono in corso, in sinergia con l’assessorato ai Lavori Pubblici, i lavori di riqualificazione del “Centro Evita”, altro immobile sequestrato alla criminalità, che sarà successivamente oggetto di analogo bando per l’utilizzo a scopi sociali.
Inoltre, l’Amministrazione ha ottenuto, nello scorso mese di dicembre, a seguito di richiesta all’Agenzia Nazionale, una Mercedes, del valore di 30 mila euro, appartenuta alle cosche di Cutro che verrà utilizzata come mezzo di rappresentanza dell’ente pitagorico, in particolare dal sindaco di Crotone Ugo Pugliese che ha sottolineato come la sua amministrazione stia da tempo lavorando in direzione dell’affermazione del principio di legalità.

Articoli correlati