Cronaca

Crotone: Presentata l’attività dell’assessorato ai Lavori Pubblici nei quartieri Tufolo e Farina

Sono 16 gli interventi previsti in città dall’assessorato ai lavori pubblici del Comune di Crotone. È questo uno dei dati forniti questa mattina dall’assessore al ramo Leo Pedace nel corso di una conferenza stampa che ha sottolineato di aver improntato il suo lavoro sul dialogo.
Dialogo” è dunque per l’assessore la parola d’ordine che sta caratterizzando e caratterizzerà l’attività dell’assessorato ai Lavori Pubblici.
Dialogo non solo con i cittadini ma anche con gli ordini professionali per fare in modo che le opere realizzate rispondano alle esigenze di vivibilità, di decoro, di sicurezza e di efficacia.
La conferenza stampa ha avuto al centro gli interventi e la programmazione per i popolari quartieri Tufolo e Farina ma è stata occasione per l’assessore di illustrare altri interventi che l’amministrazione Pugliese ha programmato per tutto il 2019.
All’incontro con la stampa hanno partecipato i consiglieri Comunali Salvatore Gaetano, Vincenzo De Franco e Fabiola Marrelli e il funzionario dell’Ufficio Tecnico Francesco Ciccopiedi.
In relazione ai 16 interventi previsti in città per il 2019, le relative gare sono state già espletate che riguarderanno sia il centro che i quartieri periferici, “perché io ho inteso dal primo momento amministrare con gli occhi dei cittadini e dunque non intendo, in sinergia con il sindaco, trascurare nessun quartiere della città” ha detto l’assessore Pedace.
Lavori importanti, come la riqualificazione dei portici di Piazza Pitagora: “avremmo già potuto iniziare ma con la collega Gentile intendiamo prima condividere con gli operatori commerciali le attività che metteremo in campo a partire dal prossimo gennaio” ha aggiunto l’assessore ai Lavori Pubblici.
Ma è prevista anche la riqualificazione di strade del centro cittadino, dei quartieri, del centro storico, “abbiamo recuperato circa 1.000.000 € per completare la riqualificazione del nostro centro storico” ha proseguito l’assessore Pedace.
Poi l’assessore ha incentrato il suo intervento su i quartieri Tufolo e Farina
“Che negli anni sono stati abbandonati al loro destino e che noi, viceversa, abbiamo messo al centro dell’azione amministrativa” ha continuato Pedace.
L’assessore è partito dalla necessità di prevedere una viabilità alternativa per un quartiere che ha una sola via di accesso, via Nazioni Unite.
“Dopo aver dialogato costruttivamente con il comitato dei cittadini abbiamo deciso di rimodulare la rotatoria che è diventata una ellisse e dalle notizie che mi arrivano e dai video che mi inviano la situazione della viabilità è migliorata. Oggi li incontrerò di nuovo per discutere ancora con loro degli altri interventi che stiamo mettendo in campo. Ricordo solo che la rotatoria nasce dal progetto più generale della riqualificazione di via Fellini che abbiamo ereditato e che era stato previsto su richiesta degli abitati della zona per la pericolosità dell’incrocio di Poggioverde. La rimodulazione non ha richiesto costi aggiuntivi anzi con le economie realizzeremo altri interventi che concorderemo con i cittadini della zona. Nel quartiere Farina si è costruito negli anni passati senza tenere conto di creare idonee infrastrutture. Proprio per questo con il settore Lavori Pubblici siamo impegnati a trovare soluzioni alternative che consentano non solo una viabilità alternativa ma anche condizioni di vivibilità e di sicurezza per il quartiere. Stiamo lavorando già a creare dei by pass che possano portare direttamente da Farina a via Saffo (quartiere Tufolo) e guardiamo ad un opera impegnativa ma che sarebbe sicuramente risolutiva come al traforo che collegherebbe la zona direttamente con via Gallucci” ha detto l’assessore Pedace.
Ma gli interventi per Farina non finiscono qui: nuova illuminazione nelle strade, in parte già realizzata su via Nazioni Unite e la metanizzazione. “Abbiamo già chiuso un accordo con Italgas per portare in oltre cinque chilometri di strade gli impianti ed entro il 2020 tutto il quartiere potrà usufruire di questo importante servizio” ha aggiunto Pedace.
Per quanto riguarda Tufolo già prevista una strada alternativa che collegherà via Leoncavallo, dove è ubicata la scuola “Cutuli”, con l’arteria principale di viale Gandhi che snellirà il traffico in quella zona.
Inoltre completati i lavori di riqualificazione del sovrappasso di viale Gandhi, vandalizzato nei mesi scorsi, si sta provvedendo all’installazione della video-sorveglianza.

Articoli correlati