Sport

Crotone-Pescara, Stroppa: “Dipende solo e tutto da noi, soltanto ed esclusivamente da noi”

Crotone in campo, allo Scida, questa sera, nel monday night della 24ª giornata di Serie B.
Una sfida molto importante per entrambe le formazioni seppur con obiettivi diversi.
La squadra di Giovanni Stroppa sta dimostrando di avere carattere, “sta lavorando bene e crede in ciò che si sta facendo, cosa fondamentale e determinante” – ha sostenuto il tecnico incontrando i giornalisti.
Un match delicato che richiede del calore che solo lo Scida è in grado di dare.
La squadra sta dimostrando grande ripresa, c’è affiatamento elementi di non poco conto se si guarda al passato e all’importanza che riveste la partita di questa sera.
Se il Pescara punta al vertice della classifica il Crotone è determinato alla salvezza pertanto l’imperativo è vincere, concentrarsi su se stessi e sul bisogno di fare risultato.
I rossoblu dovranno fare a meno di Rodhen squalificato ma come sostenuto da Stroppa “c’è una bella scelta. Inizialmente metteremo in campo una formazione, per poi eventualmente cambiarla durante la partita e quindi – ha proseguito Stroppa – sto sempre a dire che i cambi potrebbero essere determinanti, soprattutto in una partita di corsa come potrebbe essere quella di questa sera”.
Guardando al tour de force che attende gli squali Stroppa ritiene che “ci sarà bisogno di tutti, non soltanto nella partita di questa sera ma anche, in una sorta di turnover, dalla prossima settimana. Andiamo ad affrontare, nelle prossime tre partite, le prime della classe che si assomigliano tra di loro”. Stroppa, in riferimento al match di questa sera ha sottolineato che già contro il Verona erano venute fuori alcune caratteristiche che si avvicinano alle caratteristiche del Pescara, “squadra che ti mette in difficoltà nelle transizioni positive, quindi negative per noi. Nel momento in cui perdi palla – ha proseguito Stroppa – sono micidiali perché verticalizzano e attaccano la linea difensiva”. Ricordando la partita di andata, il tecnico rossoblu ha evidenziato che “gli errori sono nati per aver forzato qualche giocata. Questa sera – ha precisato Stroppa – si dovrà essere bravi ad avere pazienza ma soprattutto qualità nel palleggio dietro, per non consentire all’avversario le ripartenze”.
Se da una parte Stroppa prova grande soddisfazione per come la squadra sa crescendo, dall’altra prova grande rammarico. A tale proposito ha infatti sostenuto “da Ascoli ci si racconta che la squadra gioca bene, ha occasioni su occasioni ma porta a casa meno di ciò che merita. L’augurio è che “finalmente si possa raccogliere quello che si riesce a seminare durante la partita. Mi verrebbe anche da dire: chi se ne frega del gioco e della prestazione portiamo a casa i punti perché credo che, a questo punto, i punti ci darebbero una consapevolezza e una forza che mai come in questo momento saranno determinanti, perché da qua alla fine mancano sempre meno partite e si ha sempre meno tempo per recuperare. ma, sembra che qualcuno ci sta aspettando; però dipende tutto soltanto da noi, soltanto ed esclusivamente da noi”
La gara allo Scida in programma questa sera, con inizio alle 21.00 sarà diretta da Antonio Rapuano di Rimini, coadiuvato dagli assistenti Scatragli e Affattato; IV uomo Ayroldi.