Sport

Crotone – Palermo 1-1: Trotta illude gli squali, Nestorovski firma il pari nella ripresa

Sembrava essere l’occasione giusta per raccogliere la prima vittoria in serie A, contro una diretta concorrente nella lotta salvezza, il Palermo di quel De Zerbi tanto corteggiato durante l’estate, ma il calcio è una legge spietata e nonostante i lampi di bel gioco ed il vantaggio ottenuto nel primo tempo grazie a Marcello Trotta, le solite disattenzioni costano caro al Crotone che questo pomeriggio, sul neutro di Pescara, rimedia solo un pareggio, conquistando sì il primo storico punto in massima serie ma confermando allo stesso tempo quell’ultimo posto in classifica che lascia l’amaro in bocca a squadra e tifosi.

Quarta formazione diversa in quattro giornate per il Crotone di Nicola che deve fare a meno di Tonev vittima di un infortunio durante l’allenamento di ieri. Il tecnico piemontese torna al 3-4-3 e rinuncia a Salzano schierando in linea mediana Crisetig e Capezzi e sulle corsie laterali Martella e Rohden. In difesa torna titolare il capitano Claiton che rileva lo squalificato Doussenne. Tridente offensivo composto da Palladino, Falcinelli e Trotta, quest’ultimo all’esordio dal primo minuto.

Dopo il turno di squalifica, Roberto De Zerbi fa il suo esordio sulla panchina rosanero. Il tecnico conferma il 4-3-3 visto contro il Napoli, con una novità per reparto. Si rivede Gonzalez in difesa, prima gara da titolare per Bruno Henrique in mediana. Nestorovski punta centrale, supportato da Diamanti e Sallai.

Padroni di casa che partono col piglio giusto, mostrando una grinta che fa ben sperare. Il primo tiro in porta è infatti di marca rossoblù, al 5′ gli squali ci provano con Falcinelli, l’ex Sassuolo rientra sul mancino e sfodera una gran botta da fuori area che però termina alta sopra la traversa. Palermo che non ci sta ed inizia a spingere guadagnando metri. All’11’ una bella trama costruita dai rosanero sfocia nella conclusione dal limite di Diamanti, ma il tiro è fin troppo centrale e la sfera viene bloccata comodamente da Cordaz.
Calabresi che si riaffacciano in avanti al 17′: Ferrari parte dalla difesa e grazie ad un paio di scambi con i propri compagni riesce ad inserirsi in area e calciare da posizione abbastanza defilata, Posavec smanaccia e Aleesami compie un mezzo miracolo salvando sulla linea, palla che arriva tra i piedi di Martella il quale però calcia con troppa fretta sparando il pallone in curva.
Occasione che è solo il preludio del vantaggio. Al 23′ infatti Palladino inventa un gran lancio con l’esterno all’indirizzo di Falcinelli che si porta a tu per tu con Posavec ma viene recuperato da Rajkovic, dalle retrovie arriva a rimorchio Marcello Trotta che a porta spalancata insacca firmando la prima rete in rossoblù.
Match che rimane fermo per qualche minuto a causa dell’infortunio subito da Posavec e Rajkovic scontratisi in occasione del vantaggio pitagorico, il difensore ha la peggio ed è costretto a lasciare il posto a Goldaniga.
Palermo che prova a reagire allo svantaggio catapultandosi in avanti ma nonostante i vani tentativi di Diamanti e Nestorovski non riesce a incidere ai fini del risultato che al termine della prima frazione rimane sull’1-0.

Nella ripresa De Zerbi prova a scuotere i suoi inserendo Embalo al posto dell’evanescente Sallai.
Ospiti che appaiono rivitalizzati e molto più aggressivi rispetto ai primi 45 minuti, al 52′ i rosanero provano a rendersi pericolosi con il solito Alino Diamanti che riceve da Rispoli ma non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. Crotone che non demorde e cerca di raddoppiare, l’occasione più nitida capita sulla testa di Claiton, il capitano sfrutta una pennellata di Palladino sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma la conclusione si rivela imprecisa e sfiora di un soffio il palo della porta difesa da Posavec.
Gol mancato, gol subito recita la legge del calcio. Al 66′ infatti il Palermo riesce a pareggiare con Nestorovski: Aleesami scappa via sulla fascia e serve un cross basso dalla sinistra, il macedone ne approfitta e con una vera e propria sassata insacca col mancino la rete dell’1-1.
Nicola prova ad inserire forze fresche sostituendo prima uno spento Martella per Sampirisi e poi Capezzi che lascia spazio all’esordio in massima serie di Andrea Barberis.
Sono gli ospiti però ad avere più birra nelle gambe e al 76′ sfiorano addirittura la rimonta con Hiljemark che con un destro a giro impegna un super Cordaz che salva i suoi deviando la sfera in corner.
All’80’ Nicola esaurisce i cambi inserendo Stoian al posto di Palladino, il migliore in campo dei pitagorici, ed è proprio il romeno a rendersi protagonista dell’ultimo squillo di marca rossoblù nel finale, imbastendo un contropiede pungente grazie al quale riesce a servire Falcinelli, il numero 11 svirgola clamorosamente da posizione favorevole, palla che termine sui piedi di Trotta che col destro spedisce sul fondo.
Termina 1-1, probabilmente il risultato più giusto da quanto emerso durante i 90 minuti di gioco.
Crotone e Palermo rimangono le uniche due squadre ancora a secco di vittorie in questo campionato.
(foto Giuseppe Pipita)