Cronaca

Crotone, omicidio Stefano D’Arca: resta in carcere Giuseppe Cortese, disposti i domiciliari per Francesco Pezziniti

Udienza di convalida degli arresti, questa mattina, per Francesco Pezziniti, di 77 anni, e Giuseppe Cortese, di 29 tratti in arresto lo scorso 8 marzo accusati in concorso dell’omicidio del 54enne Stefano D’Arca.
Il delitto avvenuto sotto i portici in pieno centro cittadino,
I due sono comparsi davanti al gip Michele Ciociola, che accogliendo la tesi del legale Aldo Truncè ha stabilito gli arresti domiciliari per il 77enne Francesco Pezziniti e ha disposto la misura cautelare in carcere per il 29enne.
I due, rispettivamente nonno e nipote sono stati arrestati lo scorso 8 marzo con l’accusa di omicidio in concorso e detenzione e porto di arma clandestina dagli uomini della Squadra Mobile della Questura di Crotone. La vittima, con alcuni precedenti penali, è stata raggiunta da cinque colpi di pistola, calibro 7.65.
Il delitto avvenuto sotto i portici in pieno centro cittadino alle 00.15 dello scorso 8 marzo