Cronaca

Crotone: Non trova posto a teatro perché in carrozzina, la denuncia di una giovane crotonese sui social

Decidere di andare a Teatro e non trovare posto perché disabile in carrozzina, é accaduto ieri sera al Teatro Apollo di Crotone nel corso di un’evento di solidarietà.
A denunciarlo è Francesca, giovane disabile di Crotone, attraverso un post pubblicato sulla sua pagina Facebook.
Non è la prima volta che Francesca mette in risalto le difficoltà di chi, come lei, vive su una carrozzina, le barriere da abbattere, nonostante se ne faccia un gran parlare, sono purtroppo, ancora moltissime.
Non è la prima volta che Francesca fa notare a tutti che, nonostante il grande lavoro delle associazioni sul territorio, Crotone non è una città per disabili.
“Stasera – scrive Francesca – mi sono recata al teatro Apollo per vedere Esmeralda….. È come tutte le cose che si svolgono a Crotone, nessuno prevede i posti per i disabili, mettendo anche delle hostess poco preparati e poco professionali….
Vedendo tutto questo erano 2 le cose da fare:
1… litigare e fare saltare il teatro con tutte le persone dentro;
2…. oppure tornare a casa.
Bene siamo tornati a casa perché nessuno di quelle sapevano dove farmi posizionare…
“Ribadisco – precisa Francesca – che questo post non è riferito ne a Michele Affidato, ne all’Unicef, ne al Comitato Donne, 
il post è riferito a chi era all’ingresso che non ha saputo gestire…… erano imbambolati”.
“Non veniamo mai ascoltati”, in situazione come quella vissuta all’Apollo ha sottolineato Francesca, contattata dalla nostra redazione , “si avverte un senso di esclusione di emarginazione. Io dico sempre che il problema bisogna viverlo per poter capire cosa si prova e cosa si sente dentro…. distrutta”.

Articoli correlati