Cronaca

Crotone, Mons Angelo Raffaele Panzetta: “Abbiamo fame di lavoro, abbiamo fame di sviluppo”

Il direttore dell’Ufficio diocesano di pastorale Sociale e del Lavoro Don Pasquale Aceto, all’indomani della celebrazione della Festa del Lavoro – attraverso una nota stampa – invita tutti a riflettere sulle parole di mons Angelo Raffaele Panzetta, parole che hanno caratterizzato parte della sua Omelia, durante la Celebrazione Eucaristica nella festa di San Giuseppe Lavoratore, nella Cappella della Madonna di Capocolonna della Cattedrale di Crotone, ieri Primo Maggio.

Parole forti che mons. Angelo Raffaele Panzetta, Arcivescovo di Crotone – Santa Severina ha rivolto alla comunità diocesana e al mondo del lavoro crotonese.

Per questa ragione Don Pasquale Aceto ha inteso riproporle integralmente informando inoltre che il testo è la trascrizione dalla registrazione video e non è stato rivisto dall’Autore.

“…In un tempo come quello che stiamo vivendo, pensare al lavoro è molto importante perché dal lavoro dipende il futuro della nostra gente, dei nostri territori, delle nostre comunità. Noi viviamo in un contesto socio-culturale nel quale il problema del lavoro è già ben radicato. Abbiamo fame di lavoro, abbiamo fame di sviluppo!
La Conferenza Episcopale Italiana ha scritto un messaggio per questa giornata del Primo Maggio in cui si dice che nulla tornerà come prima dopo la questione del Corona Virus. Noi dobbiamo dire: speriamo che dopo la questione del Corona Virus, la questione del lavoro venga affrontata con modalità nuove! Le modalità del passato, in cui il profitto è l’unica logica con cui si affronta la realtà,hanno ingenerato i grandi disagi che stiamo vivendo: gente senza protezione sociale, gente che non sa come fare, perché alla fine il lavoro nero, il lavoro sottopagato, espone le persone a “finire in strada” alla prima difficoltà.
Preghiamo in questa Eucarestia il Signore perché illumini tutti coloro che hanno la responsabilità diretta e indiretta sul mondo del lavoro; perché si pensi ad un futuro dell’umanità in cui il profitto non sia più l’unica logica da seguire e il lavoro rispetti la dignità delle persone, dei nostri migranti, delle persone semplici.
Si tratta di questioni urgenti che necessitano di essere fatte non per buona volontà ma per giustizia sociale!
Speriamo che il futuro venga costruito su basi nuove!
E noi pregheremo in questa Eucarestia perché il Signore illumini il cuore di tutti.”

Nel video è possibile risentire l’omelia di Monsignor Panzetta