Politica

Crotone, Margherita Corrado (M5S): “L’impianto di Ponticelli ora è più sicuro”

Riceviamo e pubblichiamo

Anche in questa città in cui tutto sembra irrimediabilmente perduto, arrivano notizie confortanti che accendono un lumicino di speranza.

Le buone nuove riguardano l’ambiente e gli operatori dell’impianto trattamento rifiuti di Ponticelli: dopo un lungo periodo di passione in cui si sono adattati a condizioni degradanti a continuo rischio della propria salute, ora finalmente possono lavorare in ambienti sicuri e salubri.
La società Ekro che gestisce l’impianto, infatti, negli ultimi mesi ha avviato i lavori di efficientamento funzionale, iniziando a spendere importanti somme da tempo liquidate appositamente dalla Regione.

Dopo le mie segnalazioni sui media e le denunce agli organi competenti, che nel giugno scorso avevano acceso un potente riflettore sulla questione, ruolo determinante per la risoluzione del problema hanno giocato l’Asp di Crotone e i Carabinieri del NOE. In seguito ai loro scrupolosi controlli, atti a verificare inadempienze relative alle condizioni di lavoro degli addetti e all’impatto delle lavorazioni sull’ambiente esterno, il 12 luglio veniva depositata alla Procura della Repubblica una informativa di reato nei confronti della Ekro, cui veniva intimato di rimediare ai guasti e colmare le lacune.
Inspiegabile è stata invece l’indifferenza del sindacato cui fanno/facevano riferimento i lavoratori, vale a dire CISAL FIADEL Ambiente, i cui rappresentanti regionali e nazionali, però, alle segnalazioni dei propri iscritti prima e ai miei solleciti poi, hanno fatto orecchie da mercante.

In un territorio dove da sempre i cittadini sono rassegnati a barattare il diritto alla salute con il diritto al lavoro, auspico che questa vicenda segni un definitivo cambio di rotta verso una nuova consapevolezza: che si può agire perché non sia mai più così.

Margherita Corrado M5S