Sport

Crotone, Malagò dedica la sesta edizione del Trofeo CONI Kinder + Sport a Dodò Gabriele

Cerimonia inaugurale, questa sera a Crotone, della sesta edizione del Trofeo CONI Kinder + Sport realizzato quest’anno dal Comitato regionale Coni della Calabria, alla presenza di Giovanni Malagò, presidente del Coni Giovanni Malagò.

Una cerimonia carica di grande emozione soprattutto nel momento in cui il presidente del CONI ha ricordato il piccolo Domenico Gabriele, ucciso a 11 anni mentre giocava a calcetto sui campi di Margherita. Malagò ha dedicato questa edizione dei giochi a “Dodò Gabriele e ai suoi genitori, Giovanni e Francesca”.

“Ricordo – ha detto ancora Malagò – quando nel 2013, nella Giunta del Coni – un consigliere parlò della possibilità di organizzare una piccola olimpiade in cui coinvolgere tutte le regioni. Prima c’erano meno discipline sportive, meno atleti. È stata una scommessa vinta, che è migliorata anno dopo anno. È stato ovunque un successo, ma il calore è l’affetto che abbiamo trovato in Calabria sono unici”.

La manifestazione, si é svolta all’interno dello stadio Ezio Scida alla presenza del presidente della Regione Mario Oliverio e del presidente del Coni Calabria Maurizio Condipodero e dal sindaco di Crotone Ugo Pugliese ed è stata aperta dalla parata dei piccoli atleti divisi per delegazione e coreografie.

Madrina della serata Annalisa Minetti che ha eseguito l’Inno di Mameli, a Crotone in veste non solo di cantante ma anche di atleta – nel 2013 medaglia d’oro ai campionati del mondo di atletica leggera paralimpica.

Altro momento carico di emozione l’accensione del tripode, compito affidato al giovane atleta Ayoub Idam, il cui sogno è correre indossando la maglia azzurra.

L’evento, presentato da Savino Zaba, conduttore televisivo e radiofonico di Rai Radio1 si è concluso con il concerto di Shade.

3800 i ragazzi di eta’ compresa tra i 10 e i 14 anni provenienti da tutta Italia, dalla Svizzera e anche dal Canada che da oggi al 29 settembre invaderanno Crotone, Cutro, Isola di Capo Rizzuto, Catanzaro e Palmi per partecipare alla kermesse diventata negli anni uno degli eventi sportivi giovanili più importanti a livello nazionale.

Durante la kermesse i giovani atleti gareggeranno in varie discipline sportive tra cui ciclismo, danza sportiva, pallacanestro, rugby, tiro con l’arco, judo, atletica, dama, pallapugno, rafting, nuoto sincronizzato e calcio.

In totale sono più di 40 le Federazioni sportive coinvolte, e alla fine della competizione salirà’ sul gradino più alto del podio solo una tra tutte le delegazioni in gara. Vincitrici delle scorse edizioni sono state il Lazio, il Piemonte per ben due volte, il Veneto e la Lombardia.
(foto Maurizio Talotta Figliuzzi)