Attualità

Crotone, lettera al Commissario Straordinario: ” Ci aiuti ad abbattere le barriere architettoniche e mentali che affrontano i disabili”

Riceviamo e pubblichiamo

Carissimo Commissario, sottopongo a lei un disagio che vivo ogni volta che decido di fare una passeggiata lungo le vie cittadine con mio fratello, disabile, costretto su una carrozzina.
Purtroppo, ci tocca fare i salti mortali, poiché Crotone è composta soltanto da barriere architettoniche che impediscono la tranquilla libertà di fare una passeggiata, come se non bastasse, in queste ultime settimane mi tocca spostare con i piedi i rifiuti che invadono i marciapiedi.
Ad oggi, dobbiamo, amaramente, constatare che non esiste un progetto concreto sulla disabilità, mi rendo conto che purtroppo si parla ma non si concretizza nulla. Quello delle barriere architettoniche resta il problema principale da risolvere unitamente alle barriere mentali che imprigionano tutti.
Nel 2020, facciamo ancora fatica a comprendere che, le persone con disabilità, hanno lo stesso bisogno di ogni persona, vivere la città nella sua totalità, eppure questo ancora non avviene.

Paolo Proietto