Cultura & Spettacolo

Crotone: La scuola secondaria di primo grado Margherita vince il contest di Ioleggoperchè

Con il progetto Ioleggoperchè gli alunni della scuola secondaria di Primo di Margherita sono diventati grandi.Oggi è un giorno davvero speciale per questi studenti che da ragazzi di periferia sono diventati messaggeri di lettura per tutto il territorio cittadino. La scuola ha vinto il contest di Ioleggoperchè, che premia gli eventi messi in campo per promuovere la lettura e l’iniziativa dell’Associazione italiana editori. A essere premiate in Italia solo dieci scuole. Un risultato davvero straordinario, che riempie i cuori di una gioia incontenibile, se si pensa che a Ioleggoperchè, il grande progetto sociale promosso e coordinato dall’Associazione Italiana Editori (AIE) per la creazione e il potenziamento delle biblioteche scolastiche, quest’anno, hanno partecipato più di 2milioni di bambini e ragazzi(2.025.444 per la precisione),oltre 9mila scuole, per un totale di 752 eventi organizzati.

Un risultato che fa balzare all’attenzione nazionale la scuola di Margherita, e che premia impegno, sacrifici di insegnanti e alunni che hanno fortemente creduto in questo progetto. Un successo che vale molto di più e ha il sapore del riscatto sociale. La storia della scuola di Margherita è straordinaria e merita di essere raccontata. Il plesso, facente parte dell’Ic Papanice, sorge nell’estrema periferia nord di Crotone, tra la campagna e la statale 106. Una scuola invisibile, ubicata sotto un ponte, frequentata da poco più di 100 alunni che vivono in un contesto sociale ed economico difficile. Questi ragazzi di periferia hanno trovato nell’amore per la lettura la loro ragione di vita e hanno seminato passione per i libri in tutta la città. Grazie al progetto Ioleggoperchè nella scuola è nata una biblioteca per ragazzi, che oggi conta più di 1000 libri, tutti best seller della letteratura per teen ager. Nella biblioteca è stato attivato il servizio di prestito dei libri esteso ad alunni e alle famiglie. I ragazzi si occupano, supportati dai docenti, della gestione della biblioteca: catalogando libri, facendo i bibliotecari a turno. Ma l’esperienza di Ioleggoperchè è andata oltre. Nella scuola, sulla spinta di questo progetto, è stato fondato Il Circolo dei piccoli lettori di Margherita, grazie al quale la scuola si è aperta al territorio, invitando autori, organizzando merende letterarie e incontri aperti a chiunque della periferia volesse partecipare. Il Circolo, inoltre, invade periodicamente le strade e le piazze del centro cittadino promuovendo flash mob letterari, installazioni artistiche con citazioni famose, reading pubblici, maratone di lettura, giochi letterari, come la caccia altesoro e attività di bookcrossing, ribattezzata da loro Krossbooking. La storia di un successo, quella degli alunni di Margherita, attori del loro cambiamento e portatori di innovazione dalla periferia al centro. Il tutto frutto di un incredibile gioco di squadra che, in questi anni, ha coinvolto alunni, docenti, in primis le insegnanti Patrizia Pagliuso e Pamela Presti, anche messaggere, di Ioleggoperchè,genitori, commercianti e cittadini crotonesi che, con i libri donati alla scuola, hanno contribuito a far crescere la biblioteca e a far diventare grandi questi ragazzi. Un traguardo reso possibile anche e grazie al supporto e all’incoraggiamento del Dirigente Scolastico Prof. Franco Rizzuti che ha partecipato alle iniziative costruttivamente e fornendo ,nel tempo , quanto necessario per rendere sempre più strutturata l’attività che i ragazzi proponevano, rispondendo sempre positivamente alle richieste di presenza che sono partite da istituzioni e operatori della città.

Articoli correlati