Attualità

Crotone, la Provincia mette a disposizione delle società di nuoto il suo impianto

“Stiamo cercando di trovare una soluzione che accontenti gli sportivi crotonesi e che soddisfi anche la legittima di richiesta che viene dai tanti piccoli e grandi amanti degli sport d’acqua che in questo momento sono fermi. La vicenda non è semplice e richiede senso di responsabilità da parte di tutti gli attori coinvolti, che sono chiamati a collaborare e mediare per raggiungere il comune obiettivo di consentire a tutti di ritornare a nuotare ed allenarsi nella città di Crotone.”

È quanto sostenuto dal Presidente facente funzioni Giuseppe Dell’Aquila al termine della riunione convocata nei giorni scorsi e alla quale hanno partecipato le società sportive NuotatoKrotonesi, Rari Nantes Crotone, Kroton Nuoto, Amici del Nuoto, assenti ma invitati alla riunione la Lacinia Nuoto ed il Comune di Crotone.

La riunione si è resa necessaria per verificare le azioni da intraprendere per consentire la ripresa delle attività agonistiche ed amatoriali nella città dopo la chiusura dell’impianto sportivo comunale.

Oggi in città è disponibile e funzionante un’unica struttura che è di proprietà dell’Ente, la Provincia ha inteso avviare, per dare una risposta alle numerose richieste pervenute dalle società sportive e dalle scuole locali, un percorso condiviso che porti ad una soluzione soddisfacente per tutti e nel breve termine.

All’incontro ha partecipato anche il dirigente del settore architetto Nicola Artese che insieme al Presidente Dell’Aquila hanno illustrato la situazione attuale e le possibili soluzioni da adottare.

A conclusione dell’incontro il Presidente Dell’Aquila ha invitato le società sportive a presentare entro sette giorni una proposta di calendario ed orari per la fruizione degli spazi d’acqua, dopo la presentazione la Provincia verificherà i calendari e la fattibilità di una turnazione che consenta a tutte le società di utilizzare la struttura.